9.8.1884, varo della regia nave Ruggero di Lauria


a cura Antonio Cimmino



…a Castellammare di Stabia c’era una volta un arsenale che costruiva navi, e adesso?

Nave corazzata di prima classe varata a Castellammare di Stabia il 9 agosto 1884. Fu radiata nel 1909. Utilizzata come deposito carburanti a La Spezia fino al 1943. Fu affondata dagli alleati, recuperata e demolita nel 1947.

Caratteristiche tecniche
Impostata nel cantiere di Castellammare di Stabia il 3 agosto 1881.
Varata il 9 agosto 1884 e completata il 1° febbraio 1888.
Dislocamento a pieno carico 11.726 tonnellate.
Dimensioni: lunghezza metri 105,90; larghezza metri 19,80 di larghezza; immersione 8,70 metri.
Apparato motore: 8 caldaie cilindriche; 2 motori alternativi a triplice espansione; per una potenza di 10.59 cavalli.
Velocità: 16 nodi (2 eliche).
Armamento: 4 cannoni binati da 431 mm.; 2 cannoni singoli da 152 mm.; 4 cannoni da 120 mm.; 2 cannoni da 75 mm.; 10 cannoni da 57 mm.; 17 cannoni da 37 mm.; 5 tubi lanciasiluri da 450 mm.
Equipaggio: 506 uomini.
Radiata nel 1909 e utilizzata come deposito carburante fino al 1943 a La Spezia.
Demolita nel 1947.

Questo articolo è stato pubblicato in C'era una volta un arsenale che costruiva navi, Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *