Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni,  Storia

5.7.1940, affonda la regia nave Zeffiro

di Antonio Cimmino

 

Il 5 luglio 1940, a seguito  bombardamenti da aerosiluranti inglesi Fairey Swordfish nel porto di Tobruch, il regio cacciatorpediniere Zeffiro fu colpito ed ebbe la prua staccata, si spezzò in due, e affondò nei bassi fondali.
21 furono le vittime dell’equipaggio (10 accertati e 11 Dispersi) e e 20 feriti (14 gravi e sei lievi) dell’equipaggio.

 

 

ELENCO DEI MARINAI DECEDUTI E DISPERSI
Emanuele Allaria, marinaio fuochista, deceduto
Werter Boiardi, sottocapo silurista, deceduto
Angelo Castiglioni, secondo capo S. D. T., disperso
Agatino Condorelli, marinaio, disperso
Emilio Debeniak, marinaio, deceduto
Ruggero Del Vecchio, capo meccanico di seconda classe, deceduto
Ezelino Dominici, secondo capo meccanico, disperso
Alfredo Garrone, sottocapo elettricista, disperso
Giuseppe Gurrieri, marinaio cannoniere, deceduto
Antonio La Rosa, sottocapo infermiere, deceduto
Carmelo La Rosa, marinaio cannoniere, deceduto
Francesco Magnasciutti, marinaio, disperso
Alfonso Matarese, marinaio segnalatore, disperso
Antonio Mercuri, marinaio, disperso
Albino Merulla, sottocapo meccanico, disperso
Lorenzo Meschis, marinaio cannoniere, deceduto
Andrea Molino, capo radiotelegrafista di prima classe, deceduto
Giovanni Piccione, marinaio fuochista, disperso
Ciro Romano, capo segnalatore di terza classe, disperso
Antonio Sottilaro, sottocapo silurista, deceduto
Giuseppe Turitto, marinaio fuochista, disperso.

Salvatore Amato (classe 1914) di Boscotrese (Na) morì più tardi in ospedale a Tobruch.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *