Ettore Iaccarino, sottotenente di vascello pilota di idrovolanti

di Antonio Cimmino

– BANCA DELLA MEMORIA PER NON DIMENTICARE MAI –

l'idrovolante pilotato da Ettore Iaccarino - www.lavocedelmarinaio.comEttore Iaccarino, nasce a Resina (ora Ercolano) il 9 giugno 1898. Si arruolò giovanissimo nella Regia Marina rivestendo il grado di sottotenente di vascello con la qualifica di pilota di idrovolante.
Morì il 12 agosto 1920 in Albania.
A lui furono tributate le seguenti onorificenze:
Medaglia d’Argento al Valor Militare
“Compì 78 missioni al largo e ricerche antisommergibili, anche in condizioni avverse di tempo. Prese parte a 4 bombardamenti di basi navali nemiche durante i quali fu fatto segno al violento fuoco delle batterie avversarie. In una ricognizione attaccò decisamente unità navali, lanciando su di esse bombe a bassa quota, malgrado il tiro antiaereo e la minaccia di un idrovolante nemico, mentre nel suo apparecchio sviluppavasi un incendio alla radiotelegrafia. Diede sempre prova di slancio e coraggio” (Adriatico, 13 aprile 1917 – 14 febbraio 1918).
Medaglia d’Argento al Valor Militare “alla memoria
“Ottimo pilota di idrovolante della squadriglia di Vallona, nel portare a termine una missione di ricognizione sulle linee degli insorti albanesi, lasciava la sua giovane vita precipitando con l’apparecchio in fiamme presso Penkova, investito da fucileria nemica” (Penkova (Albania) 12.8.1920).

12.8.1920 Ettore Iaccarino - www.lavocedelmarinaio.com

Questo articolo è stato pubblicato in Marinai, Marinai di una volta, Recensioni, Storia. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *