Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni,  Storia

13-14.8.1860, l’attacco fallito al vascello Monarca

a cura Antonio Cimmino

Giuseppe Piola Caselli - www.lavocedelmarinaio.comNella notte tra il 13 ed il 14 agosto 1860 la pirofregata Tuckery (ex Veloce della Marina Borbonica), al comando di Giuseppe Piola Caselli, su ordine dell’ammiraglio Persano, entrò nel porto di Castellammare di Stabia per catturare il vascello Monarca, nave ammiraglia della flotta borbonica.
Giovanni Vacca - www.lavocedelmarinaio.comL’impresa era stata organizzata con la complicità del capitano di vascello Giovanni Vacca che si era venduto a Persano.
Guglielmo Acton - www.lavocedelmarinaio.comIl capitano di fregata Guglielmo Acton, stabiese, comandante in seconda del Monarca, sventò l’attacco e fu ferito al ventre.
La nave assalitrice non fu affondata a cannonate per la presenza in rada di unità inglesi e francesi interpostesi fra il munitissimo forte del reale cantiere navale di Castellammare di Stabia.
Per la descrizione dettagliata dell’avvenimento si consiglia la lettura di G. Fontana, Attacco al Monarca, su www.liberoricercatore.it

13-14.8.1860 attacco fallito al vascello Monarca - www.lavocedelmarinaio.com

5 commenti

  • Giuseppe Bertella

    per me la fine dei Borboni l’han voluta e finanziata gli inglesi che non desideravano una flotta come quella sulle loro rotte per le Indie

  • EZIO VINCIGUERRA

    Buonasera Giuseppe Bertella chissà cosa ne pensa Antonio Cimmino. Una cosa è certa quell’arsenale era il primo in Italia, costruiva navi…e che navi, e adesso?

  • Comunardo Ivano Montanarella

    Made in Castellammare di Stabia
    Poi Re Galantuomo quando fu rubata dagli italiani al Regno delle Due Sicilie. Probabilmente una delle migliori navi dei suo tempo.

  • Giuseppe Bertella

    Buona sera , mi risulta anche che la prima ferrovia è stata a Napol i e le locomotive non le han comprate a Torino ma se le costruivano .

  • EZIO VINCIGUERRA

    Proprio così Giuseppe Bertella dall’unità in poi sono state fatte delle scelte alcune azzeccate altre come direbbe Di Pietro che nun c’azzeccano. Adesso speriamo in un rilancio del cantiere stabiese proprio adesso mi è giunta notizia che costruiranno una grande nave. Un abbraccio Ezio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *