Sono il figlio del 2° Capo Cannoniere Lo Mastro

di Francesco Lo Mastro
cicciolom@libero.it

Riceviamo e con immenso piacere ed orgoglio pubblichiamo la mail (inviata  alla redazione de lavocedelmarinaio.com il 03.10.2013 alle ore 09.53), in risposta all’articolo
http://www.lavocedelmarinaio.com/2012/03/il-marinaio-antonino-russo-torna-a-casa-dopo-72-anni/

2° Capo cannoniere Antonino Russo - www.lavocedelmarinaio.comCaro Antonio,
sono Francesco, il figlio del 2° Capo Cannoniere Lo Mastro (porto lo stesso nome), mio padre mi raccontava spesso e sempre con le lacrime agli occhi di quei terribili momenti. Mi disse che dopo la morte del comandante in seconda, essendo lui il più alto in grado assunse il comando della zattera. Mi disse che più che il grado, il ragionamento e la calma lo aiutarono a infondere nei compagni la speranza di sopravvivere. Mi ha anche raccontato degli aneddoti, come quello dei turni in zattera e in mare perché non riuscivano a stare tutti a bordo e come ogni notte qualcuno di turno in acqua mancava all’appello in quanto, stremato dalla fatica, si lasciava andare. Oppure quando dopo qualche giorno sulla zattera scorsero alla deriva una scialuppa di salvataggio con due barili d’acqua dolce e una pistola lanciarazzi Very a bordo. Con quella riuscirono ad uccidere un gabbiano che poi mangiarono crudo. Mi parlò anche di come si nutrirono del cuoio delle proprie cinture. Infine, con una nota di tristezza mi raccontò delle giustificazioni dell’allora regime nell’assegnargli la medaglia d’argento al valor militare e non quella d’oro, adducendo che “due medaglie d’ora su una sola nave erano troppe”, e mi disse di come lui avrebbe fatto volentieri a meno anche di quella in cambio della salvezza altri compagni. Erano in 36 ma furono recuperati in 6.
Bene, questo mi sentivo di scrivere, la ringrazio per quanto ha scritto.
Francesco Lo Mastro

URNA CON I RESTI MORTALI DI ANTONINO RUSSO - www.lavocedelmarinaio.com

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Navi, Recensioni, Sociale e Solidarietà, Storia. Permalink.

23 risposte a Sono il figlio del 2° Capo Cannoniere Lo Mastro

  1. giuseppe magazzù, nq .presidente del Gruppo ANMI di Gioia Tauro dice:

    Una medaglia non riuscirà mai a compensare chi non è più tornato. Molti sono gli eroi rimasti sconosciuti.
    Sono stati decorati con la ‘Croce di guerra al Valore militare’ Pacifico Crudo e Raffaele Cortese, sergente cannoniere il primo e furiere suss. il secondo, marinai dell’Espero. Sono rimasti lì con la loro nave.
    A noi il dovere di tramandarne la memoria.

  2. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Gentilissimo e pregiatissimo signor Francesco, innanzitutto grazie per questa bellissima sua mail testimonianza che provvedo a mandare ad Antonio Cimmino, autore dell’articolo e ricercatore della “banca della memoria di marinai”.
    Noi marinai usiamo dire sempre col vento in poppa, io mi permetto di aggiungere anche “Marinai una volta, marinai per sempre”… e questo vale anche per i Figli come Lei.

  3. Antonio Cimmino dice:

    è una testimonianza commovente che mi incoraggia a continuare su questa strada di recupero e socializzazione di frammenti di vita vissuta dai marinai. Grazie ad Ezio che fraternamente, con il suo bellissimo Blog, mi ospita.

  4. Rosario Rizzo dice:

    che bella favola …che si è avverata complimenti sinceri

  5. Giuseppe Sciuto dice:

    Condivido e mi piace

  6. Iachino Portelli dice:

    🙂 bellissima storia complimenti

  7. Giuseppe Orlando dice:

    mi piace

  8. Filippo Bassanelli dice:

    mi piace

  9. Michele Scotto D'Aniello dice:

    mi piace e condivido

  10. IL CORSARO OSCAR dice:

    MI PIACE 🙂

  11. Alessandro Cammimo dice:

    mi piace

  12. Roberto Tento dice:

    Grazieee fra’ Antonio…..per il gentile pensiero..e complimenti al signor Francesco per la testimonianza

  13. Carlo Luigi Crea dice:

    Sempre Grande Fra!!!

  14. Daniele Cadamuro dice:

    Una bella squadra ciao e grazie a tutti

  15. Alessandro Salvini dice:

    Ieri,oggi, domani : qualcosa ci unisce al passato e al futuro

  16. Angelo Burgarello dice:

    GRAZIE TANTE CARO AMICO ECCELLENTE DOCUMENTO STORICO . FORTE ABBRACCIO E BUONA FORTUNA .

  17. Massimo Mancini dice:

    condivido

  18. Vincenzo Mazzotta dice:

    mi piace

  19. Silvana De Angelis dice:

    Siamo legati all’oceano e quando torniamo al mare, sia per navigarci che per guardarlo, torniamo da dove siamo venuti.

  20. Ester Martone dice:

    grazie Francesco per il suo impegno felice pomeriggio

  21. Angela Guida dice:

    Siamo tutti porticcioli di mare. Gente che passa veloce, qualcuno si trattiene più a lungo ma nessuno resta per sempre.

  22. Silvana De Angelis dice:

    SIAMO LE DONNE CHE ASPETTANO I LORO UOMINI E SPERANO SEMPRE CHE TORNANO E CHE IL MARE LI PORTI SALVI TRA LE NOSTRA BRACCIA PER CONSOLARLI DALLE PAURE E LA FORZA BRUTA DEL MARE DOLCE SERATA MARINAI

  23. Francesco Lo Mastro dice:

    Carissimi, vi ringrazio per l’attenzione dedicatami e dedicata alla memoria di mio padre.
    Certamente provvederò ad inviarvi una sua foto e a raccontarvi qualcos’altro della sua e, se vorrete, della mia vita.
    Purtroppo attualmente sono fuori casa per impegni, al mio rientro sarà mia premura contattarvi.
    Cordiali saluti
    Francesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *