29.3.1941 – Marinaio Catello Maresca, disperso

a cura di Antonio Cimmino

…per non dimenticare chi come Catello Maresca, riposa in fondo agli abissi.

Questo articolo è stato pubblicato in La disfatta di Matapan, Marinai, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

9 risposte a 29.3.1941 – Marinaio Catello Maresca, disperso

  1. EZIO VINCIGUERRA dice:

    quanto ma quanto orrore

  2. Filippo Bassanelli dice:

    Che disastro.

  3. Salvatore Luisi dice:

    C’era anche un cugino di mio padre. Onore ai caduti

  4. Loredano Regini dice:

    bravo antonio il pola mi ricorda la nave passeggeri che ci portava da piombino a l’isola d’elba…..

  5. Maurizio redi dice:

    Indirettamente il Pola causò la cosiddetta “piccola Caporetto della Regia Marina” a capo Matapan dove furone affondate pure le navi Zara, Fiume, Alfieri e Carducci. In percentuale, le perdite del Pola furono di molto inferiori a quelle delle altre unità, ciò è dovuto al fatto che la nave non fu cannoneggiata dalle corazzate inglesi, ma affondata in un secondo tempo, dopo l’abbandono da parte dell’equipaggio. Fu comunque un numero di vittime elevato: perirono 328 uomini su 1041 imbarcati. Tutti i superstiti, incluso il comandante c.v. Manlio De Pisa, furono fatti prigionieri.

  6. Giovanni Rapelli dice:

    A quello scontro c’era anche l’ORIANI dove era imbarcato mio padre

  7. Corrado Di Martino dice:

    Antonio ma il marinaio ritratto somiglia tanto ad un parente della signora Maria (zì Ciccione) c’è un nesso?

  8. Tony Piccolo dice:

    grazie fra!!!!!!!

  9. Leandro Falletti dice:

    mio zio Marinaio Medici Giovanni fuochista art.sul Pola fu ferito e raccolto da nave inglese mori e fu sepolto in mare era nato a Mollie di Cellio (Vercelli Piemonte) entrò in marina volontario a la spezia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *