Emigrante di poppa,  Racconti,  Recensioni

Emigrante di poppa e marinaia per volontà

di Simona Bolognesi

Buongiorno Ezio,
mi fa piacere dirti che la scelta di acquistare il libro (i libri vanno comprati sennò gli autori come fanno!), è stata dettata dal fatto che una persona, a me molto, molto, molto cara e che è attualmente in Marina, è venuta ad una tua presentazione; me ne ha parlato e mi ha incuriosito. Vivo a Roma, sono felicemente separata da quattro anni e sono serenamente convivente con un  maresciallo capo, tuo amico, che ieri, a sorpresa,  è arrivato con un’altra copia autografata del tuo libro di cui ti ringrazio veramente tanto per le belle parole. Adesso ne abbiamo tre copie.
Bhè, io ho visto il  tam tam  della rete di Emigrante di Poppa (le recensioni in rete sono una cosa buona anche se la rete stessa va usata con testa e parsimonia sapessi quante bufale a volte …comunque mi candido  per essere la n° 2100 “amica di facebookb”).
Forse il mio destino è legato alla Marina.
Il mio cognome, ho visto in Marina, ha un significato storicamente prestigioso; ma non sono una discendente del colonnello Francisco Bolognesi Cervantes ahimè.
Non ho parenti in Marina ma con le divise ho avuto una lunga familiarità: mio nonno paterno era un militare nell’esercito e il mio babbo, adesso generale dell’esercito in pensione convertito alla pittura(!), è stato una marinaio mancato (un sogno non realizzato che lo ha portato a ripiegare sull’accademia di Modena) ma ha fatto, come ama dire lui, la “scuola di guerra con i marinai”.
Ma ritorniamo al libro, l’ho letto tutto di un fiato e attendo il seguito con grande curiosità.
Come prosegue il viaggio dell’emigrante? Sta sempre a poppa o ogni tanto si sposta a prua?
Scherzo Ezio. Grazie, sei veramente in gamba.

P.s. Ho girato al tuo amico e collega le nostre mail: non fosse altro perché si parla molto bene di lui eheheh e così alimento il suo narcisismo …e vediamo se ha voglia di imbarcarsi con me in una visita che mi farebbe veramente piacere. Al massimo vengo da sola!
Una domanda: ma vista la tua passione per la musica la coltivi ancora facendo magari dei “concerti” per amici e conoscenti? Se sì dove?
Mi farebbe piacere venire ad assistere ed applaudire!
Ieri pomeriggio il nostro amico mi ha detto infatti che vi eravate sentiti, ridacchiando sotto i baffetti.
La prossima settimana vediamo se riusciamo a incontrarci e sarebbe un vero piacere. Il luogo è ovviamente ininfluente mi verrebbe da dire, ma per fare “felice” la tua signora possiamo andare alla “cattedrale delle tentazioni” (bellissima la definizione di “cattedrale” che con sana ironia condivido in quanto non sono una gran patita dello shopping) e giorno da definire.
Sai quasi quasi, sempre che non lo abbia già fatto, dico al mio/ tuo amico di scrivertene una lui di recensione perché è sicuramente un degno rappresentate degli emigranti di poppa.
Infine, immagino sia una sofferenza non poter vivere con la giusta serenità una passione come quella della musica soprattutto perché ho sempre pensato che la cosa più bella, quando si canta e suona, sia poterlo condividere con altri. Mi dispiace.
Vabbè, dov’è lo studio? Vengo a sentirti lì ehehe
Abbracci a presto.
Simona

37 commenti

  • Ernesto Muscianisi

    La ringrazio tanto signor Vinciguerra il libro parla del passato ma le stesse emozioni li stiamo vivendo ancora oggi. [;)]

  • EZIO VINCIGUERRA

    Ernesto carissimo,
    non pensare al passato non c’è più. Il passato è solo un ricordo. Pensa al futuro e all’avvenire che ti auguro duri all’infinito.
    Ti prego di darmi del tu 🙂

  • Nello Gaudino

    Nello Gaudino

    Sempre grande anche nelle risposte.
    Condivido le belle parole della tua amica!

  • Nadia Merica

    Ciao Ezio e grazie del libro e della dedica.
    Volevo dirti che il nome proprio influenza la personalita’? Il mio significa Speranza , non potevo avere di meglio. ciao ciao

  • EZIO VINCIGUERRA

    [:-)] e ti pare poco, specialmente in questo periodo?
    Mi piace il tuo ottimismo sei sulla rotta giusta e ancora tanti di questi giorni felici

  • Muttarini Manuel

    Ciao Ezio, mi ha contattato il tuo amico. Non so come ringraziarti, spero di essergli d’aiuto! E soprattutto di essere alle sue aspettative. Non ho parole per la tua gentilezza lo dico col Cuore.

  • EZIO VINCIGUERRA

    Carissimi Manuel e Giovanni non so se è il posto giusto per dirvi questo, comunque…

    [:-)] Manuel, io dico (ma solamente a chi credo mi sia veramente intimo) questo proverbio tramandatomi dai miei amici pescatori di Ognina:
    “Le alici parlano con le alici e le triglie con le triglie”. E’ una metafora che tradotta in italiano così dice poco ma vuol intendere che gli artisti si confrontano solo fra di loro e solo loro si frequentano in cerchie ristrette. Giovanni è un fiume di arte scrive, suona, ha pubblicato dei corti, ecc. solo che anche lui, emigrante di poppa, ha dovuto sempre rincorrere la vita. Adesso sembra che si sia stabilizzato a Venezia dove ha un locale Signum (digita sul mio blog e vedrai anche qualche foto oppure digita Giovanni Caruso) e più in generale digita giovynca su youtube ecc.
    Sono certo che farete bene e felice allo stesso tempo questo marinaio che ha appena varcato la soglia della senilità.
    P.s. dimenticavo è stato il primo a dare la notizia in web che il mio angelo custode “gianni” aveva avuto un ictus dopo i nostri contatti in meno di due ore abbiamo ricevuto 4000 contatti circa a quel punto la stampa locale e nazionale non ha potuto più tacere.
    Illuminatemi d’immenso.

  • Luigi Morra

    Grazie ezio anche delle palore che vengono dal cuore un caro saluto a te e ai tuoi giovani amici.
    Ho apprezzato tutto

  • Mario Palumbo

    Grazie Ezio è un piacere leggerti e leggervi e un doveroso saluto e pensiero per Gianni.

  • Romolo Cuomo

    Ciao Ezio ci tengo a farti sapere che ti stimo tantissimo e ti ringrazio tantissimo. Eccellente lettura tutta d’un fiato

  • PASQUALE IOSSA

    GRAZIE DI CUORE CARO EZIO IL MIO FERVIDO AUGURIO PER IL TUO FUTURO DI SCRITTORE E PER OGNI BENE A TUTTI I MARINAI D’ITALIA

  • Pompeo Funzione

    Grazie Ezio, sei sempre grande non solo con la musica ma anche con il cuore, parole bellissime che vogliono dire tanto. Sono orgoglioso di di avere degli amici, dei fratelli e dei colleghi come te e che porterò sempre nel cuore.

  • Plinio Maggi

    La vita è ricca di sorprese, non sempre è nobile, a volte è assurda, ma c’è sempre una speranza…
    e come dice l’emigrante di poppa: mai dire mai ♥♥

  • Mereu Giandomenico

    Amo l’amore dei marinai, che baciano e se ne vanno. Lasciano una promessa. Mai più ritornano. Una notte si coricano con la morte, nel letto del mare. (Pablo Neruda)

  • Ornella Sacchetti

    Grazie di queste belle parole tu sai perché io le apprezzo tanto vi voglio bene anche io grazie e un bacio anche alla mia cassiera preferita

  • Franca Lenzi

    Grazie mille! Che il Signore ascolti le parole e i sentimenti di un emigrante di poppa
    [:-D]

  • EZIO VINCIGUERRA

    Grazie Franca,
    sei stata tra le pochissime persone che si sono concentrate sul mio pensiero rivolto a “Lui” nel libro.
    Grazie di cuore.
    Ezio

  • Francesco Montanariello

    Grazie Ezio, sono i nostri giorni più belli e non si cancellano mai. Scorrono in noi e si ripetono sempre.-

  • Giuseppe Magazzù

    Ezio, son quì a farti i più fraterni auguri per il tuo libro che domani sarà all’attenzione di un’ottima e selezionata platea intrattenuta dal migliore storico di mare che abbiamo in questa ‘cadente’ Italia: il prof. Erminio Bagnasco.

    In culo alla balena …
    Saluti

  • EZIO VINCIGUERRA

    Grazie Giuseppe, mi hai commosso…vediamo adesso cosa dicono gli amici del web.
    Un abbraccio

  • Simona Bolognesi

    Grazie a te Ezio, sono lusingata!:-D in più hai allietato e “raddrizzato” la mia giornata iniziata “storta” (il caffè a casa era finito e il bus era pieno zeppo di umanità e con il caldo…!). Grazie ancora e provvedo a condividere ciò anche con il mio babbo (vista la citazione!). Tocca incontrarsi! abbracci

  • EZIO VINCIGUERRA

    ‎:-) Ciao Simona Bolognesi.
    Salutami tuo padre. Ho inviato questo scritto ai miei / nostri due amici pregandoli di commentare…chissà
    Un abbraccio anche a voi. Vi aspetto

  • Salvatore Spoto

    Buongiorno, Ezio carissima “penna”, nocchiero sul mare dei ricordi e della creatività. Un fraterno abbraccio per una buona giornata!

  • Francesco Missini

    Rino Gaetano: un ragazzo del Sud, come te, come noi emigranti di poppa che con la sola arma della poesia tentava di contrastare i razzismi, le guerre, la solitudine e altre contraddizioni di una società malata. E amava la sua Calabria..

    Ad esempio a me piace rubare
    le pere mature sui rami se ho fame
    e quando bevo sono pronto a pagare
    l’acqua, che in quella terra è più del pane
    Camminare con quel contadino
    Che forse fa la stessa mia strada
    parlare dell’uva, parlare del vino
    che ancora è un lusso per lui che lo fa
    Ad esempio a me piace per gioco
    tirar dei calci a una zolla di terra
    passarla a dei bimbi che intorno al fuoco
    cantano giocano e fanno la guerra
    Poi mi piace scoprire lontano
    il mare se il cielo è all’imbrunire
    seguire la luce di alcune lampare
    e raggiunta la spiaggia mi piace dormire..

  • Lidia Serci

    …sorrido alla vita..sempre!!
    anche quando a volte mi fa stare male…
    io sorrido sempre..perchè…VIVO!!(lidia)

  • Claudia Endrigo

    Certe persone ti rimangono talmente dentro è che come portare un tatuaggio indelebile sul cuore sull’anima, credo non abbia alcuna importanza continuare a chiedersene il perchè….perchè è così e basta..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *