Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni,  Storia

25.6.1923, Vincenzo Bruno

a cura Pasquale Mastrangelo
foto per gentile concessione della famiglia Bruno

(Gioia del Colle (BA), 25.6.1923 – Mare, 15.6.1942)

Vincenzo Bruno, nasce a Gioia del Colle (BA) il 25/6/1923.
Nel 1940 frequentò la Scuola Cannonieri della Regia Marina a Pola
Nel mese di giugno 1941 fu inviato in licenza a Gioia del Colle.
Nel mese di luglio 1941 fu imbarcato a Brindisi sul regio incrociatore Trento che partecipò alla battaglia del lago di Sirte.
Nell’aprile 1942 tornò in famiglia per le festività di Pasqua e subito dopo ripartì con suo cugino Vincenzo Leronni (convinto precedentemente da Vincenzo ad  arruolarsi nella RegiaMarina), ambedue destinati sul regio incrociatore Trento.

Vincenzo fu dichiarato  disperso il 15/6/1942  mentre suo cugino LERONNI si salvò.
Le notizie di cui sopra sono state  tratte da diari personali scritti dal papà del Cannoniere  Vincenzo Bruno.

Il mattino del 15 giugno 1942, mentre stava navigando con una flotta da battaglia per intercettare un convoglio di rifornimenti alleati diretti a Malta (Operation Vigorous), l’unità venne attaccata ed affondata da due siluri. Il primo siluro, lanciato alle 5.15 da un aerosilurante Bristol Beaufort alleato decollato da Malta, immobilizzò il Trento che venne lasciato indietro mentre il resto della flotta proseguiva all’inseguimento del convoglio.

Alle ore 09.10, mentre veniva trainato dal regio cacciatorpediniere Pigafetta venne centrato nel deposito munizioni prodiero da un siluro lanciato dal sottomarino HMS Umbra della Royal Navy affondando rapidamente.

I membri dell’equipaggio ebbero poco tempo per indossare il giubbotto di salvataggio e balzare in acqua.
Morirono 657 marinai su 1.152.

Monumento dei Caduti e Dipersi in guerra di Gioia del Colle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *