Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni,  Storia

Alessandro D’Aste (Albenga, 6.7.1814 – Genova, 15.2.1881)

a cura Francesco Carriglio (*)
http://www.augusta-framacamo.net

(Albenga, 6.7.1814 – Genova, 15.2.1881)

D’Aste Alessandro, nato il 6 luglio 1814 ad Albenga, dopo avere seguiti i corsi regolari presso la R. Scuola di Marina di Genova, percorse i gradi inferiori della carriera prendendo parte alle campale del 1848-1849. Nel periodo dal 1843 al 1845, come sottotenente, di vascello, compì sull’« Eridano » una lunga campagna nell’Oceano Pacifico, prima navigazione di tanta durata compiuta da legno sordo in quelle lontane regioni. Nel 1853, essendo capitano di corvetta, ebbe il comando della Scuola di Marina che tenne fino al 1856, data con la quale venne inviato in missione a Costantinopoli per prendere parte, con la commissione internazionale, ai lavori per la definizione delle norme di navigazione sul Danubio.
Rientrò in patria nel 1859, per imbarcare come capitano di fregata sulla «Vittorio Emanuele» che doveva, insieme con la squadra francese, operare in Adriatico durante la guerra contro l’Austria. Ma la pace di Villafranca troncò ogni preparativo.
Nel marzo 1860, promosso capitano, di vascello di 2^ classe, fu destinato al comando del « Governolo » col quale operò ad Ancona, riportando, con decreto del 4 ottobre 1860, la medaglia d’oro, con la motivazione:
Pel modo ardito e sotto ogni aspetto commendevole con cui si comportò nell’assedio di Ancona (1860)”. Sempre sul «Governolo», pure essendo stato promosso di grado, prese attiva parte alle operazioni svoltesi sul finire del 1860 e sull’inizio dell’anno seguente, per la presa di Gaeta.
Nel novembre ’60, con la sua nave, ed avendo sotto di sé anche il «Fieramosca», il «Tancredi» e la «Veloce», protesse la gittata di un ponte sul Garigliano eseguito dai marinai, per il quale passarono le truppe del generale Cialdini. Nei giorni successivi le stesse navi, con altre della squadra, bombardarono i borbonici a Mola di Gaeta, concorrendo a far capitolare la fortezza.
Nell’aprile 1861 il D’Aste fu promosso contrammiraglio, e nel novembre 1865 collocato a riposo per infermità.
Morì a Genova il 15.2.1881.

(*) per conoscere gli altri articoli, digita sul motore di ricerca del blog il suo nome e cognome.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *