Attualità,  Marinai,  Marinai di una volta,  Racconti,  Recensioni,  Un mare di amici

Benvenuto 2020, Gesù speriamo che sia l’anno dell’ascolto

Marinai di Spirito Santo

…riceviamo e pubblichiamo.

Caro Gesù Bambino ti scrivo perché tu sai ascoltare,
sono un marittimo disoccupato e ti ringrazio perché era  da tempo che non festeggiavo il Natale a casa.  Quante suppliche ti ho fatto e Ti ringrazio per il coraggio che mi hai donato facendo questo mestiere.
Stamane, nel giorno che si festeggia la tua Mamma, ho pianto quando ho visto un uomo seduto, sporco, unto, che però aveva un lavoro.
Perdonaci Gesù se ti offendiamo e  mortifichiamo bestemmiandoti, dimenticando che per noi ti sei fatto crocifiggere.
Sono anni che molti di noi marittimi abbiamo perso lavoro, dignità, onore, figli, moglie e tutto quello che avevano solo perché un giorno qualche politico o armatore ha deciso che siamo tanti… sarà vero?
Oggi per fortuna non fa freddo ma ti chiedo umilmente di aiutarci  perché il 2019 possa essere un anno di ripresa economica e di lavoro per tutti gli Italiani, per il nostro settore e …anche per il resto del mondo.
Tu ti sei attorniato di pescatori nella tua vita, chi meglio di Te può comprendere come ci sentiamo?
Ti supplichiamo, donaci un anno favoloso che cancelli questo che è stato orribile per tutta la marineria italiana, donaci almeno un anno di ripresa economica e lavoro per tutti …perché lavoro significa dignità e famiglia! Ma Tu questo già lo sai perché sai ascoltare gli ultimi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *