Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni,  Storia

Regia nave Andrea Doria

di Carlo Di Nitto

La regia nave da battaglia Andrea Doria era una vera e propria fortezza galleggiante.
Impostata il 24 marzo1912 nei Cantieri dell’Arsenale di La Spezia, era stata varata il 30 marzo 1913 ed era entrata in servizio il 13 marzo 1916, immediatamente operativa.
A causa però delle strategie navali adottate dalla Regia Marina per l’utilizzo delle grandi navi di linea, fu poco utilizzata durante il primo conflitto mondiale. Nel dopoguerra venne impiegata durante le vicende di Fiume e nelle operazioni nelle acque di Corfù per l’incidente italo – greco, oltre alle normali attività di squadra.

Nel 1937 ne fu decisa la trasformazione in nave da battaglia moderna e il 26 marzo1937 lasciò La Spezia per Trieste dove, presso i Cantieri Riuniti dell’Adriatico, subì radicali lavori di ricostruzione che ne mutarono completamente il dislocamento (dall’iniziale 25200 aumentato a 29000 tonnellate), l’aspetto e le caratteristiche originali.

Il 26 ottobre 1940, terminati i lavori di trasformazione rientrò in squadra partecipando attivamente agli eventi bellici della Seconda Guerra Mondiale.
Dopo la guerra, rimasta in servizio nella Marina Militare italiana, il 1° novembre 1956 passò in disarmo per la radiazione e la successiva demolizione avvenuta fra il 1957 ed il 1958.
Il suo motto fu “Altius tendam” (Sempre più in alto).

La possente unità  in una foto risalente agli anni del primo conflitto mondiale. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *