Varo vascello Partenope

di Antonio Cimmino

Zatterone con sistema verricello/argano usato nel Real Arsenale, sistemato a sinistra ed a dritta della linea di varo, per movimentare successivamente il bastimento dell’ormeggio alla banchina allestimento. La forza motrice era ottenuta da due ruote cave con gradini interni mosse dai galeotti del bagno penale, chiamati “scoiattoli rossi” oppure compagni. 

Le due zattere erano elementi necessari nelle operazioni di varo fino all’introduzione del vapore.

(Particolare del quadro di Philipp Hacket che rappresenta il varo del vascello Partenope avvenuto il 16 agosto 1786 nel Real Arsenale di Castellammare di Stabia).

Questo articolo è stato pubblicato in C'era una volta un arsenale che costruiva navi, Curiosità, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

Una risposta a Varo vascello Partenope

  1. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Si ringrazia Antonio Cimmino per la ricerca storica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *