5.5.1943, Guido Saccardo

di Antonio Cimmino

Il Tenente di Vascello Guido Saccardo, nasce a Portici (NA) il 20 maggio 1913, è stato il comandante del regio sommergibile Archimede.
Scomparve in mare il 5 maggio 1943 in Oceano Atlantico.
Fu decorato con 2 Medaglie d’Argento al Valor Militare (1 alla memoria), 2 Medaglie di Bronzo (1 sul campo), 2 Croci di Guerra (1 sul campo) e fu insignito Cavaliere dell’Ordine della Corona d’Italia.

Breve storia del tragico evento
Il regio sommergibile Archimede, di stanza a Bordeaux nell’Oceano Atlantico, fu attaccato da un idrovolante PBY Catalina; nonostante il fuoco di delle mitraglie di bordo che danneggiarono l’aereo, il sommergibile fu colpito da quattro bombe, spezzandosi in due parti.
Morirono all’istante 42 uomini dell’equipaggio mentre 25 furono scaraventati in acqua, tra cui il comandante Saccardo.
Durante i primi 15 giorni di deriva, 6 uomini morirono di fame e sete; un altro canotto con 7 uomini scomparve in mare mentre il comandante Saccardo tentava di raggiungere una nave avvistata alla lontana. Dopo 2 giorni, scomparve in mare il terzo canotto.
Si salvò solo il Sottocapo Giuseppe Lo Coco, trovato l’8 maggio da un peschereccio brasiliano. L’unico superstite dell’Archimede, fu portato prigioniero negli U.S.A. Morì il 30 agosto 2004 a 80 anni.

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Curiosità, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

5 risposte a 5.5.1943, Guido Saccardo

  1. Profilo fb EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ezio Pancrazio Vinciguerra Riposa in pace nel paradiso degli Eroi, noi non ti abbiamo dimenticato.
    Gino Venturino riposa in pace
    Vincenzo Campese Riposa in pace marinaio.
    Roberto Tento R.I.P
    Efisio Meloni R. I. P.
    Franco Vetturini R.I.P.
    Sergio Biffi R.I.P.
    Raimondo Restivo R.I.P.
    Antonio Galiano R I P

  2. Giuseppe Carlo Gino dice:

    R I P MARINAIO

  3. Carlo Gianotti dice:

    Eroi senza tempo ….

  4. Francesco Ortega dice:

    Eroi senza tempo ….

  5. Sergio Biffi dice:

    R.I.P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *