Giuseppe Ciprandi (Cornaredo, 29.6.1857 – 5.2.1937)

di Angelo Pizzigoni

S.O.S. RICHIESTA NOTIZIE
…riceviamo e pubblichiamo

Banca della memoria - www.lavocedelmarinaio.com

Gent.mo Ezio Vinciguerra
cerco notizie su Giuseppe Ciprandi, mio nonno, i miei tentativi di rintracciarlo negli archivi storico e militari è risultato vano.
Giuseppe Ciprandi è nato a Cornaredo il 29/06/1857, deceduto (dato per disperso) durante la grande guerra 1915/18. Sposato con Callini Maria nata a Pregnana Milanese il 15/07/1858 e deceduta a Cornaredo il 05/02/1937.
Di mio nonno conservo una foto e un grande desiderio di saperne di più, sogno di fargli visita e portare un fiore se sapessi dove, a Lui, devo l’aver generato mia madre e da lei la mia vita.
La domanda: è a conoscenza di un percorso diverso e affidabile da investigare per avere notizie circa la sua storia militare e sito di sepoltura ? Visto le date di nascita e quella di presunto decesso, perché dato per disperso (circa 53 anni), e la divisa, si presume avesse il grado di Sergente e quindi militare di carriera.
Grazie per la cortesia e per il tempo che vorrà dedicarci.
Angelo Pizzigoni
Via Vanzago 26
20010 Cornaredo (MI)
apizzigoni@tiscali.it


Gent.mo Ezio
Di seguito il commento che ho diffuso su facebook:
“Cara mamma qui sto da Re, solo un po’ precario il dormire”.
E’ il contenuto di una lettera che un tredicenne invia alla madre dopo avere raggiunto un gruppo di partigiani per conquistare la libertà, come aveva fatto il fratello prima di lui …e ancora: “Per chiarire un increscioso incidente ti avverto che non ho detto quella cosa che tu mi ha fatto giurare.”
Prima di partire la madre gli aveva fatto giurare di non dire mai e poi mai di essere ebreo…
Auspico nella forma più gigante che mai più una vita debba essere sacrificata per la “Libertà”, difendiamo quella che abbiamo.
Angelo

Carissimo signor Angelo Pizzigoni,
dalla foto inviata presumiamo che suo nonno prestava servizio presso il regio Esercito Italiano.
Per quanto da Lei richiesto può richiedere notizie:
– a MINISTERO DIFESA – ONORCADUTI ROMA consultando la banca dati su internet;
– a MINISTERO DIFESA – PERSOMIL ROMA per richiedere un estratto matricolare;
Qualora avesse già perorato questa ricerca la mettiamo a conoscenza che invieremo la sua richiesta ad altri blog che si occupano della ricerca di quelli che non fecero rientro, in special modo di quelli che si occupano di militari del regio Esercito Italiano.
Per quanto esposto Le consiglio di prendere contatti con il sito www.dimenticatidistato.it

Giuseppe Ciprandi (foto Angelo Pizzigoni) per www.la vocedelmarinaio.com
Nota (segnalata da Claudio53)
Come data di nascita viene segnalata quella del 1857 per cui il nonno dovrebbe aver partecipato alla Grande Guerra all’età di 58 anni, età possibile anche se ritenuta elevata.
L’unico Ciprandi nato a Cornaredo che risulta nella banca dati di ONORCADUTI si chiama Vittorio (paternità Enrico e nascita 12 novembre 1897) soldato del Primo Reggimento Granatieri disperso il 19 luglio 1917 sul Carso. Nessuno risulta in Marina sia Militare che Mercantile, peraltro la divisa indossata dal nonno conferma che era un militare del Regio Esercito.
Occorrerebbe sapere se la famiglia ricevette all’epoca la segnalazione ufficiale che era disperso o altro documento.
Molti che combatterono a Caporetto non furono inseriti negli Albi d’Oro.

Questo articolo è stato pubblicato in Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

26 risposte a Giuseppe Ciprandi (Cornaredo, 29.6.1857 – 5.2.1937)

  1. Renato Simonetta dice:

    condivido

  2. Girolamo Trombetta dice:

    condivido

  3. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Riposa in pace

  4. Pasquale Pellicoro dice:

    R.I.P.

  5. Marinaio Leccese dice:

    R.I.P.

  6. Vincenzo Campese dice:

    Riposa in pace marinaio.

  7. Sergio Biffi dice:

    R.I.P.

  8. Giovanni Presutti dice:

    R.I.P.

  9. Roberto Tento dice:

    R.I.P.

  10. Raimondo Restivo dice:

    R.I.P.

  11. Francesco Ruggieri dice:

    IO ABITO A CORNAREDO VORREI DARE PERSONALMENTE LE CONDOGLIANZE ALLA FAMIGLIA SE AVESSI L’INDIRIZZO CIAO FRATELLO

  12. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Francesco Ruggieri ti ho inviato mail privata. Un abbraccio.

  13. Renato Simonetta dice:

    condivido

  14. Franco Vetturini dice:

    R.I.P.

  15. Giancarlo Leandri dice:

    R.I.P.

  16. Marinaio di Lago dice:

    R.I.P.

  17. Giuseppe Capuano dice:

    r.i.p.

  18. Giovanni Presutti dice:

    R. I. P

  19. FRANCESCO RUGGIERI dice:

    Caro Ezio Pancrazio VinciguerraIL SIG Angelo Pizzigoni È MIO AMICO E STATO LUI CHE MI A DATO LEZIONI DEL COMPIUTER A CORNAREDO EE CONOSCIUTO INSEGNA AL GRUPPO ANZIANI TI RINGRAZIA TANTO E GLI O DATO DA LEGGERE IL TUO CARO LIBRO CIAO E GRAZIE TI ABBRACCIO

  20. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Buonasera a te carissimo e stimatissimo Francesco Ruggieri, grazie per questa bellissima mail che gradisco molto volentieri perché so per certo che le tue/vostre parole vengono dettate dal vostro cuore solidale e misericordioso. Ti prego di estendere i saluti al signor Pizzigoni e anche al centro anziani di Cornaredo. Per quanto precede sono sicuro che ogni forma di associazione, ogni matrimonio, ogni amicizia, ogni simbiosi, ogni interazione fra esseri umani, se fatta di piccoli amorevoli gesti quotidiani, aiuta tantissimo. Vi ringrazio per l’amicizia, l’affetto e la quotidiana compagnia che non mi fate mai mancare. Che Dio vi benedica, vi protegga e vegli sulle vostre care genti.
    Un abbraccio grande come il mare della Misericordia Divina.

  21. FRancesco Ruggieri dice:

    Ti ringrazio di cuore CIAO FRATELLO

  22. Vinicio Catocchia dice:

    condivido

  23. Francesco Ruggieri dice:

    Angelo di nome e di fatto anche sulla terra ci sono gli Angeli senza le ali Grazie a Dio .

  24. Francesco Ruggieri dice:

    Caro ANGELO NON DIMENTICARTI LA I RUGGIERI GRAZIE

  25. Angelo Pizzigoni dice:

    sociale

  26. Angelo Pizzigoni dice:

    Egr. Ezio Pancrazio Vinciguerra, con Francesco Ruggeri condividiamo una amicizia importante per il suo essere rispettoso di valori veri e difesi ogni giorno con impegno sociale, sensibile ai problemi altrui ci insegna come aiutare il prossimo che è un fondamentale del nostro credo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *