23 commenti

  • Marisa Toraldo

    Che cosa è diventato più importante in questo Paese? Esaltare un simbolo (e sappiamo benissimo cosa siamo diventati agli occhi del mondo) o non parlare e far finta di niente, di una tragedia avvenuta proprio su questo veliero? E che cosa diciamo a coloro che l’hanno resa così bella, che continuano a mantenerla in ottima forma e che per superficialità e negligenza hanno causato la morte di un membro del suo equipaggio? Le attenzioni che l’hanno portata a questa veneranda età, avrebbero dovuto indirizzarle, soprattutto sulla sicurezza del proprio personale, per dare loro la possibilità di godere della propria vita. La vita umana, è diventata così banale che nessuno le da’ più il giusto valore. Alessandro Nasta 13/04/1983 – 24/05/2012, precipitato dai pennoni del vespucci e deceduto per le fratture riportate. Anche questa, è una data da ricordare.

  • Virginia Federico

    …….A Voi i sogni più belli ..A me non resta che……..Darvi la buonanotte ..Marinai

  • Catello Pappacoda

    Sarebbe bello di farne un museo non solo di mare e della marineria,ma anche un museo dove possa raccoglie la storia della nostra città.

  • Comunardo Ivano Montanarella

    Ma quale museo! Una nave che non naviga non è una nave e poi … meglio che stia alla larga da Stabia altrimenti fa la fine delle Terme, della Villa, della Cassa Armonica, della Reggia, dell’Aniquarium, dei boschi, della biblioteca comunale, etc etc

  • Alfonso Tommasino

    Sono 50 anni che si auspica un tale risveglio, pur continuando a conservarne la speranza…….spero che un giorno accada. Non si tratta di disfattismo.

  • Roberto Tento

    erto che la Regina dei mari viaggera’ ancora per altrettanti anni..e’ il fiore all’occhiello della nostra marineria …un domani molto lontano sara’ giusto che la nostra Marina decidera’ nel giusto posto da collocare..abbracci..

  • Raffaele Napolitana

    Con tanti anni di Marina non ho avuto mai il piacere dì vederla da vicino. Spero e mi auguro di visitarla. Cara Vespucci hai sfornato tanti e tanti Comandanti e ti auguro di continuare a formare ancora x lunghi anni i futuri Comandanti .Auguri BELLA E INVIDIATA NAVE DA TUTTE LE MSRINE

  • Ester Martone

    TAGLIERO”‘ CON LA PRUA DELLA MIA NAVE IL.MARE COME.UNA SPADA E LE ONDE SARANNO LA MIA MUSICA . VIAGGERO’CONTROVENTO IL SOLE SARA IL MIO COMOAGNO DI VIAGGIO E NULLA MI FARA’ PAURA IO SONO IL CAPITAN DELLA MIA NAVE È ANDRO’ AD EST MENTRE IL.MIO PENSIERO GIÀ PENSA DI ANDARE AD OVEST IN LUNGA E IN LARGO LIBERA NEL MONDO CIURMAAAAAAAAAAAAAA A BORDO SÌ PARTE BUONAVITAAA

  • Pietro Tommaselli

    Eccellenti le maestranze stabiesi .Veneto,Duilio,
    Bergamini,Margottini,
    Fasan,Ardito tutte navi costruite negli stabilimenti navali di Castellammare di Stabia già sede dei cantieri navali borbonici

  • Luigi Agneto

    PECCATO CHE QUEL CANTIERE ORMAI E’ SULL’ORLO DELLA CHIUSURA PER MANCANZA DI COMMESSE E PER DELLE DECISIONI POLITICHE ALQUANTO FAVOREVOLI AI CANTIERI DEL NORD COME MUGGIANO E RIVA TRIGOSO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *