Quando il cielo si accende di fuoco

di Lidia Bellavia

Lidia Bellavia per www.lavocedelmarinaio.comQuando il cielo s’accende di fuoco l’anima muove l’immota materia ed è subito Incanto!
Spiagge di sabbia simili a granelli d’oro che il mare accarezza portando ricordi lontani. L’anima e il sogno dolente sale su nel cielo e diventa una stella. Non prosciugare il mare della speranza, lascia che le onde possano infrangersi con violenza sugli scogli. Continua a bere il chiarore della luna lasciando che le stelle confermino ancora l’esistenza del mondo.
Oggi, vengono sprofondati nel buio delle ribalte senza luci e nel silenzio delle cronache innocenti scomodi e baratri di incertezze, sogni dolenti a macerare ancora la tua anima nel dubbio e spesso sono infranti da stupri di realtà e dissacrati i nostri sogni, sbranati da falsi egoismi.
Rimane l’anima, che candida s’invola fra cieli più limpidi dove non c’è guerra e miseria e l’uomo continua con mani avvolte nel mistero a scrivere però versi d’amore. Idillio spezzato fra fresche piante non fu lasciato all’angusto sentiero, ma continuò a guardare le stelle. Ora, la campagna addormentata mi dona il frinire dei grilli, mentre una lucciola mi dona la sua luce e copre il canto del cuculo presagio della notte. Camminerò ancora sull’angusto sentiero della vita popolato da fantasmi che ridono beffardi, mentre cerco l’elemosina azzurra in un cielo moribondo dove lottano il sole e la luna mentre vince la notte. Siedo alla mensa serale dove brucia la legna dell’inverno, ma bussa alla porta la primavera dove il canto dell’usignolo diventa piccola sorgente di pace e oblio.
Il tempo, sfiora con una carezza il mio viso. Il sole che rende limpido il tramonto abbraccia ancora i miei sogni. L’acqua della fonte mi canta ancora la nenia antica.
“Scivola il mio cuore sui ricordi abbracciati alla malinconia, compagna fedele”.

Quando il cielo si accende di rosso

Questo articolo è stato pubblicato in Racconti, Recensioni. Permalink.

18 risposte a Quando il cielo si accende di fuoco

  1. Ornella Sacchetti dice:

    Condivido

  2. Gerado Mariangeli dice:

    Bel racconto e bella foto

  3. Decina Marina dice:

    mi piace

  4. Antonella Mary Stella dice:

    🙂 bellissima e anche la foto

  5. Domenico Drago dice:

    condivido

  6. Lidia Bellavia dice:

    Grazie Ezio, per me è un vero orgoglio fare parte del tuo Blog, ti abbraccio

  7. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Lidia…semplicemente sublime. Grazie

  8. Alessio Patti dice:

    La tua sensibilità, il tuo sentire, ogni magnifico verso o rigo di poesia, formano il terreno fertile dei doni che ci fai ogni volta che con noi condividi l’eco della tua anima. Grazie Lidia cara. Un abbraccio.

  9. Antonio Leccese dice:

    Esiste un tempo, e deve essere benedetto, che la memoria viene srotolata sui chiodi incontrati. Osservarla mentre sanguina per sentirla nostra, per avviare il processo di partecipata possessione. Ricordare è costruirsi attraverso una narrazione, è stabilire le coordinate fondamentali, è delimitare il superfluo, il rumore della vita per trattenere la parola che ha veramente formato. E se questa parola ha il senso dell’amore, allora abbracciamola, e mentre la stringiamo facciamola sentire amata, ma poi lasciamo che si allontani. Solo dopo quest’operazione può essere di nuovo vita…GRAZIE LIDIA..UN ABBRACCIO

  10. Michele Cosenza dice:

    Carissima Lidia , non finirò mai di affermare e di esternare la mia gratitudine ed infinita stima per Te Amica Mia ; Quando Ti leggo mi Sollevo , mi Estraneo da ciò che mi circonda , affondando in sublimi sensazioni di Benessere Totale CREDIMI ! ! ! Grazie col cuore GRAZIE ! Dolce Serata ed una Domenica colma di Luce di Dio Lidia , così come per Tutta la Tua PREZIOSA VITA BacioMano Michele

  11. Mario Costa dice:

    Grazie Lidia cara,per questa tua lirica, dettata dalla tua anima eletta,per riscaldare quelle meno sensibili al timor di Dio,come la mia! Il tuo pensiero poetico, suffragato da foto significative, ha inondato il mio cuore di emozione. Un abbraccio forte e complimenti sinceri dal mio con la gioia di vivere nel tuo cuore 🙂

  12. Tony Maiello dice:

    La volontà di vivere è una forza enorme , è il fondamento del reale, la brama, il desiderio di esistere, è la vera essenza delle cose e sprigiona amore in ogni tua parola

  13. Luigi Savona dice:

    Grazie Lidia del pensiero e di questa tua lirica.L’anima è la parte spirituale ed eterna di un essere vivente. L’anima non è solo l’essere interiore di una persona, ma è anche l’arte, la scienza e il conoscere di tale persona. Nulla si paragona ad essa, non è visibile ma si percepisce. L’anima è rappresentata anche dal carattere e da questa tua lirica si evince la tua sensibilità e il tuo profondo sentire.Un saluto

  14. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Lidia e ciao a tutti. Penso di concordare con i vostri commenti. La sensibilità che condividi con noi è cibo per gli affamati di umani sentimenti. Complimenti sinceri Lidia e grazie

  15. Alessio Gangemi dice:

    Buonasera Lidia. Grazie di condividere i tuoi sentimenti con noi poveri mortali! Le tue parole sono essenza di vita, dono che hanno poche persone. un abbraccio per i tuoi sentimenti così belli e sinceri.

  16. Angelo APRILE dice:

    Mi associo agli amici che mi hanno preceduti
    per le belle parole esternate alla grande
    autrice. Parole cosi belle, piene di armonia
    e ricchi di sentimento non si leggono spesso. Grazie e un roseo avvenire a Lidia

  17. CARMELA PICHECA dice:

    Un tempo eravamo pesci
    che nuotavano liberi nel mare.
    Il nostro corpo era soffice e agile
    e nessuno possedeva nulla.
    Ora che siamo usciti dal mare
    siamo asciutti e pieni di brame.
    Vaghiamo di città in città
    portando la memoria del mare
    (ma non è solo una memoria).
    Ascolta con molta attenzione e sentirai
    il mare nel tuo corpo.
    Sai, il nostro sangue è ancora acqua salata
    e noi siamo tutti portatori di mare.

    • Seven Little Stories, la storia The Connection – Primavera 1952 •

  18. Angela Guida dice:

    Arriva un momento nella vita in cui non rimane altro da fare che percorrere la propria strada fino in fondo.
    Quello è il momento d’inseguire i propri sogni, quello è il momento di prendere il largo, forti delle proprie convinzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *