C’era una volta il Capitano di Armamento

di Collegio Nautico

Una volta, tanto tempo fa, un marittimo italiano quando cercava lavoro presso una compagnia di navigazione la prima persona che incontrava era il Capitano di Armamento.
Chi era questa persona, che ruolo svolgeva ai fini strategici di una società?
Beh, vi posso garantire che un buon Capitano di Armamento formava dei buoni equipaggi i quali erano di vitale importanza sia per l’economia della nave e sia per la sicurezza della navigazione.
I Capitani di Armamento, essendo marinai altamente qualificati (uomini di mare con almeno 10 anni di esperienza di Comando o di Direzione alle spalle), erano persone altamente sensibili e coscienziosi verso il marittimo e nello stesso tempo interpretavano alla meglio le esigenze della società selezionando quindi chi era meglio imbarcare per quel tipo d nave.
Oggi, e ve lo dico per esperienza, il Capitano di Armamento non esiste più, ci sono gli storage e call center, una sorta di paniere alla tombola napoletana, dove si tira un numero, ma mentre sulla tombola il numero si impiega su una cartella, lo stesso numero tirato fuori dallo storage o call center si impiega a bordo, inconsapevoli della qualità o nazionalità del numero tirato.
Scherzi a parte, ormai si è capito di come con la globalizzazione si è creato solo lavoro a vantaggio per gli extracomunitari e comunitari e agevolazioni per le società di navigazione a trovare più facilmente merce umana di scambio per mandarli a bordo a discapito della qualità e della sicurezza per la navigazione e del marittimo italiano il quale, a tutt’oggi, per potersi impiegare sulle navi deve compiere anni di studio, training come da STWC e sostenere esami professionali davanti a commissioni come autorità portuali. Nonostante ciò, il marittimo italiano, avendo un alto grado di preparazione, non riesce a trovare lavoro sulle navi battente bandiera Italiana!

Questo articolo è stato pubblicato in Marinai, Racconti, Sociale e Solidarietà, Storia. Permalink.

9 risposte a C’era una volta il Capitano di Armamento

  1. Marco Angelo Zimmile dice:

    Oggi il Capitano di Armamento è stato, nei fatti, sostituito dal Comandante e dal 1° Ufficiale, e l’addestramento viene fatto direttamente a bordo.
    La scrematura fatta dal Capitano di Armamento rimane però di gran lunga superiore, almeno a mio avviso…

  2. Marinaio Telegrafista dice:

    Grazie Fratello di mare e buon vento.

  3. Collegio Nautico dice:

    Grazie Ezio per la considerazione che ci dai!!!!

  4. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao carissimi sono io che debbo ringraziarvi per quello che fate in rete diffondendo quella cultura che qualcuno vuole cancellare e cioè che siamo un popolo di Santi, Poeti e Navigatori. Un abbraccio grande come il nostro mare a tutti voi.

  5. Claudio Frau dice:

    Grazie Ezio! Grazie di tutto!!!

  6. Marco l'indiano dice:

    Grazie di cuore Amico!!!

  7. FabioLo Vecchio dice:

    Grazie Ezio Pancrazio Vinciguerra.

  8. Marinaio di Lago dice:

    Leggo e rileggo sempre con infinito piacere i vostri articoli che ritengo un meraviglioso insegnamento di vita ed un diario di giorni vissuti con semplicità ed orgoglio!

  9. LALLO dice:

    VI SIETE DIMENTICATI DEI SENSALI DI PIAZZA BANCHI, E IL COLLEGGIO CAPITANI DI VIA OREFICI, CHE PER GLI ALLIEVI FACEVA MOLTO. ANCHE IL CAPITANO D’ARMAMENTO SI RIVOLGEVA AI SENSALI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *