Lo Spirito di Stella insegna a veleggiare

www.lospiritodistella.it
info@lospiritodistella.it
(Comunicato Stampa 27 settembre 2011)

…ai marinai con e senza disabilità.

Dopo Gargnano e Trieste, si è conclusa sabato scorso a La Spezia la prima edizione dei “Sailing Campus”. Il progetto della Onlus vicentina “lo Spirito di Stella” consiste in un corso di vela di 4 giorni per persone abili e disabili. Grazie al Campus sono state abbattute le barriere architettoniche nelle acque spezzine.
La Onlus vicentina “lo Spirito di Stella”, nota per il suo “Spirito Libero”, il tour velico a tappe in giro per l’Italia a bordo del catamarano senza barriere architettoniche “lo Spirito di Stella”, ha dato il via quest’anno ad un nuovo progetto: i “Sailing Campus”. Un vero e proprio corso di vela della durata di quattro giorni, con lezioni teoriche e pratiche in acqua, che consente a giovani e adulti, con e senza disabilità, di cimentarsi, individualmente o in squadra, nel condurre le imbarcazioni della gamma Access. Queste barche sono particolarmente funzionali perché estremente sicure, maneggevoli e adattabili ai diversi tipi di disabilità.
Il progetto Sailing Campus si è svolto in tre località del Nord Italia (a Gargnano dal 31 maggio al 4 giugno, a Trieste dal 4 al 9 settembre, e a La Spezia dal 20 al 24 settembre), ma a partire dal prossimo anno prevede di espandersi in altre località.
Con i Sailing Campus l’associazione “lo Spirito di Stella” vuole stimolare lo sviluppo di nuovi centri di vela adattata e rafforzare quelli già esistenti. Non solo, vuole anche sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni sull’importanza dello sport per tutti, obiettivo che da sempre guida l’operato della onlus con a capo Andrea Stella.
Per la realizzazione di questo progetto, “lo Spirito di Stella” si è appoggiata ad associazioni molto attive nei tre territori coinvolti: “Eos La vela per tutti” a Gargnano, “Easy Action” a Trieste e “La Nave di Carta” a La Spezia.
Oltre che nell’organizzazione del corso di vela, “Lo Spirito di Stella” si impegna anche nella ricerca di strutture accessibili per il pernottamento dei partecipanti, attivando una sinergia con gli enti locali per offrire un’offerta completa e attenta alle necessità di tutti. “L’aspetto fantastico dei Sailing Campus e che nei territori che li ospitano si creano le condizioni necessarie allo sviluppo di una cultura inclusiva, For All, che si traduce in importante risorsa e valore aggiunto per tutti”, ha commentato Andrea Stella.
I Sailing Campus hanno già portato dei miglioramenti in termini di accessibilità nei territori coinvolti. A Trieste da settembre è garantita a tutti, abili e non, la possibilità di fare vela nel corso dell’anno. A La Spezia, per rendere completamente accessibile l’ambiente marino, è stato acquistato, con la collaborazione dell’Autorità Portuale e di La Spezia Container Terminal, un sollevatore per persone disabili che sarà presto installato presso il Circolo Velico di La Spezia che ha ospitato il Campus.
Venerdì scorso, alla presenza del Presidente dell’Autorità Portuale della Spezia Lorenzo Forcieri, del direttore Generale di LSCT Michele Giromini, di Andrea Stella, dello skipper Giovanni Soldini e dei partecipanti al corso “Sailing Campus”, è stato presentato il progetto. Lorenzo Forcieri, presidente dell’Autorità Portuale della Spezia ha commentato: “Avvicinare sempre più la comunità portuale aquella cittadina con attenzione particolare ai soggetti più deboli. Con questo spirito e questi intenti l’Autorità Portuale ha deciso di partecipare a questa iniziativa che non possono che arricchirci in termini non solo di solidarietà nei confronti dei diversamente abili, ma anche di sostegno a tutte le attività che hanno a che fare col mare e con i loro aspetti più nobili.”  Michele Giromini, direttore generale La Spezia Container Terminal, ha aggiunto: “Sono molti anni che la nostra azienda collabora con Lo Spirito di Stella. Abbiamo seguito Andrea in tutte le sue imprese e promosso progetti insieme. Oggi siamo felici di essere qui insieme all’Autorità Portuale per migliorare l’accessibilità al mare”.


L’associazione “LO SPIRITO DI STELLA” ONLUS
L’avventura de “lo Spirito di Stella” è cominciata nell’agosto del 2000 quando Andrea Stella, ventiquattrenne di Thiene (VI) in vacanza a Miami, viene coinvolto in una sparatoria che lo costringe in sedia a rotelle. Amante della nautica, Andrea sogna di tornare a navigare e così costruisce un catamarano utilizzabile anche da una persona disabile. In 10 anni le attività portate avanti con successo sono state moltissime. 7 anni fa è avvenuto il varo del catamarano ed è stata fondata la Onlus “lo Spirito di Stella”, 6 anni fa il catamarano è tornato negli Stati Uniti con a bordo un equipaggio misto (persone disabili e non). Dal 2003 sono state realizzate 8 edizioni del tour velico “Spirito Libero” per un totale di 400 giornate di vela gratuita con 4.000 partecipanti (solo nel 2010: 9 tappe, 70 giornate di vela, 700 partecipanti); sono state organizzate 4 edizioni del Concorso di Idee “Progettare e realizzare per tutti”, con oltre 1000 partecipanti fra professionisti e studenti. I risultati ottenuti dimostrano che, nella progettazione di oggetti e luoghi, l’attenzione alle esigenze delle persone con difficoltà motorie rappresenta un punto di forza e non di debolezza.

Nel 2003 Andrea fonda l’Associazione “lo Spirito di Stella” Onlus, impegnata in una campagna di sensibilizzazione verso il problema delle barriere architettoniche e in iniziative volte a favorire l’inserimento delle persone disabili nella società. Tra le iniziative portate avanti dall’associazione c’è Spirito Libero, un tour velico a bordo del catamarano che ogni anno coinvolge oltre settecento persone in un percorso a tappe nei principali porti d’Italia. L’associazione ha costantemente svolto attività di sensibilizzazione sulla tematica della disabilità nelle scuole elementari, medie e superiori ed ha tenuto seminari di progettazione nelle principali università italiane, ha partecipato a decine di convegni e manifestazioni.  Si è recentemente concluso il progetto “I diritti solcano l’oceano”, una traversata Oceanica da La Spezia alla volta di Miami, con tappa nelle Isole Canarie e nell’Arcipelago Caraibico. Il catamarano senza barriere ha attraversato l’oceano per diffondere la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità e il Manifesto per la Promozione del turismo accessibile.

Riferimenti stampa
Lo Spirito di Stella:
cell. 347-1369907 (lunedì/venerdì – 14.30/18.30)
info@lospiritodistella.it
www.lospiritodistella.it

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Marinai, Recensioni, Sociale e Solidarietà, Un mare di amici, Velieri. Permalink.

11 risposte a Lo Spirito di Stella insegna a veleggiare

  1. Orlando Abaterusso dice:

    Grazie a Te carissimo Ezio e’ un piacere e un’onore ….un abbraccio!!!!!

  2. Giusy Bonaccorso dice:

    Giusy Bonaccorso

    Grazie di ♥ Ezio ^_^ smack

  3. Vito Saponaro dice:

    grazie grazie grazie a presto

  4. Gruppo Handiamo dice:

    Anche se non riesco a vivere come vorrei…dimostro di averci provato!

  5. Gruppo Handiamo dice:

    Impara a guardare sempre oltre le apparenze…

  6. Sostieni La Ricerca Pediatrica dice:

    Grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee ♥

  7. Paolo Bruni dice:

    buongiorno a tutti e buona navigazione con vento e mare favorevoli

  8. Aniello Pugliese dice:

    BUON GIORNO A TUTTI

  9. Gianluca Galasso dice:

    Grazie Ezio, “IL MARE E’ AMORE” ed è bello poterlo mostrare!!

  10. Giusy Bonaccorso dice:

    ho solo una pagina ma farò propaganda, grazie

  11. ezio vinciguerra dice:

    Troppo bello Giusy. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *