Robert Louis Balfour Stevenson

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

Robert Louis Balfour Stevenson (Edimburgo, 13 novembre 1850 – Vailima, 3 dicembre 1894) è stato uno scrittore che ha amato il mare.
Nel suo inseparabile diario amava annotare ogni nuova esperienza ed impressione del peregrinare, dei suoi viaggi.
Autore di molti saggi e romanzi, nonostante la cagionevole salute, ebbe il modo di avventurarsi “Nei mari del Sud” come precedentemente avevano fatto Cook o Darwin. Materializzò le sue fantasie infantili in opere di pregiato e raffinato racconto ed approdò, e ci fece approdare, nella sua magnifica “Isola del tesoro”.
Emigrante per diletto”, sempre pronto a prestare attenzione per gli umili e i diseredati, fu convinto difensore delle popolazioni polinesiane e degli indigeni, che giudicava eredi dell’uomo non contaminati dalla civiltà, denunciandone l’oppressione  colonialista.
L’avventura attraverso i mari che lo porterà  a trascorrere l’ultima parte della sua vita sulle isole del Pacifico, gli farà rivivere, almeno in parte, quelle avventure che aveva sognato quand’era in Europa.

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Marinai, Recensioni, Sociale e Solidarietà, Storia. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *