Attualità,  Marinai,  Marinai di una volta,  Racconti,  Recensioni,  Un mare di amici

Giacomo Leopardi

di Pietro Serarcangeli

Il 4 novembre del 2013 il Maresciallo Meccanico Giacomo LEOPARDI, dopo una lunga quanto sofferente malattia, dovuta alla lunga esposizione all’amianto, salpava per la sua ultima missione lasciando nello sconforto l’adorata moglie Francesca e i Figli Giovanna, Monica e Nunzio. Giacomo era persona speciale che avrei voluto e desiderato conoscere di persona. Purtroppo non c’è stato il tempo. Ci sentivamo regolarmente per telefono ed eravamo diventati amici. Negli ultimi mesi della Sua vita, tormentata dalla malattia e dalla burocrazia (che non gli ha risparmiato assolutamente nulla volendolo sottoporre a continue visite mediche quando tutto era chiaramente testimoniato dalla abbondante documentazione medica) Giacomo era sereno.
Quel 4 novembre la sua famiglia mi comunicò il triste evento…
Giacomo oggi vive nel cuore dei suoi cari e di coloro che hanno avuto il privilegio di conoscerlo.
Il tuo nome, caro Amico, sarà scandito il prossimo anno nel corso dell’inaugurazione del monumento dedicato a Te e a tutte le Vittime del Dovere.
Noi non ti dimenticheremo, onorandoti ogni anno, affinché la tua memoria rimanga viva nei nostri cuori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *