12.3.2018 a Siracusa “Celebrazione 66° anniversario della tragedia del peschereccio Nuova Margherita”

a cura A.N.M.I. e Stella Maris Siracusa

Il peschereccio La Nuova Margherita, con a bordo Bordato Sebastiano, Bandiera Francesco, Cappuccio Egidio, Cappuccio Angelo, Mincella Francesco, Mincella Angelo, Romeo Angelo, Lentinello Salvatore Caldarella Corrado e Veneziano Sebastiano, il 12 marzo 1952, alle ore 16.00, fu sbalzato in aria dopo che l’equipaggio aveva pescato un siluro inesploso.
Destino crudele volle che esplodesse, dopo aver urtato uno scoglio, gettando nel lutto e nel pianto le 9 famiglie di pescatori siracusani. Un’esplosione così potente da far crollare un larghissimo tratto della scogliera nella piccola insenatura di Massoliveri.
Unico sopravvissuto fu Veneziano Sebastiano, deceduto nel 1980.
A perenne ricordo, per ricordare quanti hanno sacrificato la propria vita in mare.

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Marinai, Marinai di una volta, Recensioni, Sociale e Solidarietà, Storia. Permalink.

17 risposte a 12.3.2018 a Siracusa “Celebrazione 66° anniversario della tragedia del peschereccio Nuova Margherita”

  1. Maria Grazia Campana dice:

    Riposino in pace

  2. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Riposate in pace

  3. Renato Simonetta dice:

    condivido

  4. Marinaio di Lago dice:

    R.I.P.

  5. Carlo Carlà dice:

    R.I.P.

  6. Francesco Ortega dice:

    R.I.P.

  7. Pasquale Pellicoro dice:

    R.I.P

  8. Antonio Seminara dice:

    R.i.P.

  9. Giuseppe Ansaldo dice:

    R.i.P.

  10. Efisio Meloni dice:

    R. I. P.

  11. Massimo Critti dice:

    R.i.p.

  12. Massimo Critti dice:

    riposino in pace

  13. Augusta-Framcamo dice:

    Il destino crudele volle che esplodesse, dopo aver urtato uno scoglio, gettando nel lutto e nel pianto le 9 famiglie di pescatori siracusani.

  14. Raimondo Restivo dice:

    R.I.P.

  15. Sergio Biffi dice:

    R.I.P.

  16. Ciro Scala dice:

    RIPOSATE IN PACE CHE IL SIGNORE DEGLI ANGELI VI ACCOMPAGNI IN PARADISO

  17. Daniele Gagliardo dice:

    Onori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *