Che cos'è la Marina Militare?,  Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni,  Storia

18.12.1941, Alfonso Di Nitto


di Carlo Di Nitto

banca-della-memoria-www-lavocedelmarinaio-com

Disperso nei cieli di Malta con il suo aereo ricognitore.
Mare Mediterraneo (Canale di Sicilia), 18 dicembre 1941.
(foto p.g.c. della Famiglia)

carlo-di-nitto-per-www-lavocedelmarinaio-comAlfonso Di Nitto nacque a Gaeta i1 24 maggio 1916 da Andrea e da Ersilia Di Senno.
Nel 1938 conseguì il diploma di Capitano di Lungo Corso presso la sezione “Capitani” dell’Istituto Nautico di Gaeta.
Lo stesso anno venne ammesso alla frequenza del 34° Corso Allievi Ufficiali di Complemento presso l’Accademia Navale di Livorno. Nel giugno 1939 fu nominato Aspirante Guardiamarina nel Corpo dello Stato Maggiore. Il 1° luglio successivo imbarcò sul Cacciatorpediniere “Ostro” ove, nel mese di dicembre, venne promosso Guardiamarina. Dal 3 gennaio al 18 luglio 1940 imbarcò sulla Torpediniera “Calliope” partecipando alle azioni belliche compiute da questa Unità dall’inizio delle ostilità fino alla data dello sbarco.

alfonso-di-nitto-e-il-suo-aereo-f-p-g-c-carlo-di-nitto-a-www-lavocedelmarinaio-com

Partecipò quindi al 18° Corso Osservatori presso la Scuola di Osservazione Aerea di Taranto e dal mese di agosto 1940 al mese di febbraio 1941 fu destinato alla 188a. Squadriglia Idrovolanti presso gli idroscali sardi di Elmas e di Olbia. Successivamente venne trasferito alla 186a. Squadriglia Ricognizione Marittima di base ad Augusta, in Sicilia. 
Aggregato più volte anche alla 144a. Squadriglia R.M., di base a Stagnone (Trapani), svolse numerosissime rischiose missioni, per le quali fu decorato di Medaglia d’Argento al Valor Militare con la seguente motivazione:

Nelle numerose esplorazioni a grande raggio, di fronte ad ogni rischio, dimostrava doti esemplari di combattente ed elevata capacità professionale. – Cielo del Mediterraneo, luglio 1940 – agosto 1941“.

foto-per-gentile-concessione-carlo-di-nitto



Il 18 dicembre 1941 non rientrò alla base da una missione conseguente allo scontro navale denominato “Prima Battaglia della Sirte” e venne dato per disperso nei cieli di Malta.

18-12-1941-alfonso-di-nitto-foto-pg-c-di-carlo-di-nitto-a-www-lavocedelmarinaio-com

Al Suo nome è intitolato il Gruppo ANMI (Associazione Nazionale Marinai d’Italia) di Gaeta.



https://www.youtube.com/watch?v=hVJhQ2xToo8&feature=youtube_gdata_player

20 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *