Attualità,  Emigrante di poppa,  Racconti,  Recensioni

Emigrante di poppa, marinaia mancata

di Angela Guida

…ma con tanto sale in zucca.

Ho divorato il libro in quattro ore suddivise in due ore la mattina e due ora la sera.
Che dire?
Ho respirato l’aria di Sicilia, ho mangiato la Sicilia!
Mi ha emozionato in alcuni piccoli momenti intimi e credo di aver sentito anche un po’ di amarezza per  una mancata giovinezza spezzata dal dolore ma ho percepito una grande voglia di vita, questa vita, che di colpo ti ha portato al respiro vivo del nuovo giorno.
Involontariamente sono entrata nel tuo intimo e ora un pochino ti conosco.
Questo libro è un po’ autobiografico, parla di te e di quello che sei stato, infondo un Siciliano, verace, passionale, amante della propria terra e lo si percepisce nei racconti, un “Ricciolino”come tanti altri ragazzi degli anni ’70, con molte aspirazioni ma, nel contempo,attento
…un bravo ragazzo insomma!
Ora attendo il “secondo tempo” della tua vita.
La prima ha lasciato sospese molte cose e attendo con ansia.
Questo è quello che penso….così a caldo.
Un abbraccio
Con stima. Angela Guida.

Titolo: Emigrante di poppa;
Autore: Ezio Vinciguerra;
Romanzo Breve
ISBN 978-88-96028-50-6
Prezzo: € 3,00 + € 2,00 di spedizione
In vendita presso:
www.lavocedelmarinaio.com
su internet digitando il titolo del libro.

26 commenti

  • EZIO VINCIGUERRA

    Angela carissima, non mi piace dare consigli ma molto spassionatamente ti invito a perseverare su questa tua vena poetica. Non capita spesso in un mondo votato allo sfrenato materialismo positivistico trovare persone come te, come noi, che si commuovono ancora davanti agli eventi naturali della vita.
    Le tue poesie e note le trovo, come dire…molto mediterranee.
    Un abbraccio

  • Angela Guida

    Mi fa immensamente piacere….io sono un po’ imbranata con il computer….e spesso non so come muovermi…l’unica cosa che riesco a fare e mettere il mio nome e cognome su ogni mia poesia e ogni mia nota….qui ci sono molto sciacalli….e una cosa tua difficilmente resta tale.

  • EZIO VINCIGUERRA

    Comprendo benissimo quello che vuoi significare Angela, e successo anche a me e anche ad altri cosiddetti “neofiti”. Permettimi di consigliarti:

    …mettili innanzitutto su carta e più precisamente:
    1) scrivile su dei fogli di carta e firmali;
    2) pubblicale anche a pagamento con un editore o con un tipografo che ti faccia un buon prezzo.
    …Non pensarci troppo è innanzitutto un regalo che faresti a te stessa.

  • EZIO VINCIGUERRA

    Ciao Angela, e fai bene.
    Io cercherò di pubblicartele con delle foto appropriate mettendo anche il tuo link magari ampli le conoscenze.
    La prima copia è la mia con dedica naturalmente.

  • Angela Guida

    Ho avuto anche io nel mio piccolo la fortuna di incontrare….ops….conoscere x via internet….una persona pulita e sincera come te.Complimenti davvero x tutto ciò che sei e che fai. Con stima.

  • Francesco Garruba

    Ci sono mestieri che sconfinano dalla professionalità e si riversano nella passione e ci sono passioni che diventano mestieri. I marinai con la passione della scrittura sono in balia dell’estro e delle sirene incantatrici che deviano la rotta. Tu hai tenuto saldo il timone e vedere (finalmente) la recensione sul Notiziario è come gridare: terra in vista! Un abbraccio.

  • Angela Guida

    Ciao Ezio questo è un regalo per te, per il blog e per il gruppo. Che te ne pare?

    Vorrei perdermi, in una notte come tante, tra il chiarore delle stelle, e la lucentezza della luna. Perdermi, e viaggiare sola nel buio, con il passo incerto, ma pur sempre mio.
    E percorrere quella strada, la mia vera strada, con passo lento, sotto le note di una melodia, che posso ascoltare solo io, e che mi guida anche tra le difficoltà.
    Vorrei perdermi, in una notte come tante…

  • EZIO VINCIGUERRA

    🙂
    Carissima, pregiatissima e preziosissima Angela,
    leggendo attentamente comprendo che hai metabolizzato, da marinaia col sale in zucca, l’incipit di emigrante di poppa e questo vale anche col pensiero.
    Anch’io vorrei perdermi in una notte come tante…ancora non ci riesco!

  • Enea Remo

    io l’hò provato in navigazione, con la nave oscurata e seduto a poppa da solo e la luna piena ….una meraviglia

  • LUCIANO SANTORO

    LA NOTTE E’ DEI NAVIGATORI…. E’ AL TEMPO STESSO UNA SENSAZIONE CHE TI FA SENTIRE LEGGERO TUTTO IL RESTO NON CONTA E CIO CHE VIVI IN QUEL MOMENTO E CHE PROVI TI FA SCORDARE TUTTO IL RESTO HO PROVATO ANCHE IO LA STESSA SENSAZIONE ADDIRITTURA ARRIVARE A SENTIRE GLI ODORI E TUTTO CIO E A DIR POCO MERAVIGLIOSO

  • gianni marras

    Concordo con Enea e Luciano..è una emozione unica e comune tra chi si trova a vivere per mare….

  • Angela Guida

    Anche io nel mio piccolo con la nostra barca…..mi soffermo sempre a contemplare il tramonto quando anche l’umidità si attacca alla pelle e le giornate cominciano ad accorciarsi…

  • Ignazio Strano

    Enea Remo buongiorno ,scusami se mi permetti !! nel caso che hai postato, non sei tu che cammini ,ma sei costretto a seguire la nave ,nel caso di Angela e’ lei che cammina ..al buoi ,con il chiarore delle stelle e della luna …da sola!!.

  • Enea Remo

    ignazio, quello che dici tu ,io non l’hò notato perchè era talmente fuori dal mio modo di vivere ,essendo la mia prima uscita in mare con il Garibaldi , giugno 68, mare splendido ..a me sembrava di volare

  • Franco Schiavo

    carissimo GRAZIE per pochi istanti mi hai proiettato indietro nel tempo che emozione, questo vuol dire “MARINAI”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *