2.11.1870, naufragio schip Vincenzo Vaccaro

a cura Sergio Pagni

PER GRAZIA RICEVUTA

sergio-pagni-per-www-lavocedelmarinaio-comEx voto conservato nel Santuario Basilica Nostra Signore del Monte di Genova.
Ecco ciò che si legge sul retro del quadro:
Naufragio del nominato schip “Vincenzo Vaccaro” la notte all’1 al 2 novembre 1870. Vicino all’isola Marittima s’investì negli scogli Escherchi con una orribile burrasca di tempesta e vento che faceva spavento. Perciò furono costretti a gettare la seconda lancia in mare e il piccolo battello per liberarsi da certo pericolo tutto l’equipaggio, meno il capitano, che perì col suo bastimento. Come perì pure il piccolo battello con quattro uomini dovettero soccombere nei frangenti del mare.

2-11-1870-naufragio-vincenzo-vaccaro-www-lavocedelmarinaio-com

Si salvarono solo dieci che si trovavano nella seconda lancia, per grazia di Dio e Nostra Signora. Perciò donano il presente in omaggio di tanta grazia ricevuta:
– Vincenzo Cusannova secondo di bordo;
– Cristofaro Gaudo;
– Agostino Argenti;
– Vincenzo Ostuni;
– Pietro Defalchi;
– Francesco Besazza;
– Emanuele Carega;
– Giuseppe Fantoni;
– Niccolò Scarampi;
– Alberto Zacco”.

Questo articolo è stato pubblicato in Marinai, Marinai di una volta, Navi, Per Grazia Ricevuta, Recensioni. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *