Mario Dell’Amura Marinaio di una volta, invalido di guerra


di Antonio Cimmino



14.9.1942 MARINAIO MARIO DELL'AMURA - www.lavocedelmarinaio.com copia

Mario Dell’Amura è un Marinaio di una volta, nato a Castellammare di Stabia (Napoli). Grande invalido di guerra, a seguito del il bombardamento di Tobruch,  ha perso entrambe le gambe ma non la voglia di essere fiero di aver servito la sua Patria.
Era il 14 settembre 1942, un giorno che Mario non dimenticherà perché anche se ha perdonato le cicatrici restano.

Marinaio di una volta, marinaio per sempre!

14.9.1942 MARINAIO MARIO DELL'AMURA - www.lavocedelmarinaio.com copia 2

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Racconti, Recensioni, Storia. Permalink.

9 risposte a Mario Dell’Amura Marinaio di una volta, invalido di guerra


  1. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Mario Dell’Amura i fratelli di Stabia e Antonio Cimmino ma anche noi non dimentichiamo. Eroe!

  2. Barbara dice:

    sembra la storia di mio nonno che purtroppo non ho conosciuto perché morto nel 1982…sapete qualcosa di più sulla famiglia?

  3. Babi Dell'Amura dice:

    Buongiorno,ho letto poco fa un articolo su La voce del Marinaio del 2015 di Antonio Cimmino…riguardante Mario Dell’Amura (mio nonno)…avete qualche racconto in più?sapete quale era la persona che lo portò in spalla dopo il bombardamento di Tobruch in cui perse entrambe le gambe?Purtroppo non ho mai conosciuto mio nonno perché morto qualche anno prima che io nascessi,ma leggere quell’articolo,per caso,mi ha emozionato!e vi ringrazio di questo!

  4. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Buongiorno, provi a contattare direttamente su facebook Antonio Cimmino (può darsi che abbia qualche notizia in più) e, se reputa necessario, ci invii una foto di suo nonno e il nome, cognome e la data di nascita/decesso per iniziare le ricerche.
    Cordialità

  5. Babi Dell'Amura dice:

    perfetto grazie mille!
    Babi Dell’Amura
    purtroppo ho visto che ce ne sono veramente tanti di Antonio Cimmino…nn saprei proprio chi possa essere…
    appena trovato!

  6. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Mi fa tanto piacere sapere che i vostri rispettivi padri fossero amici…adesso mi aspetto da Lei un bell’articolo che non esiterò un istante a pubblicare a sua/vostra firma su lavocedelmarinaio.com.
    Un abbraccio grande come il mare ed il suo cuore misericordioso di figlia.
    Ezio

    P.s. di seguito la risposta di Antonio Cimmino
    Caro Ezio, già fatto. Mario Dell’Amura era amico di mio padre e insieme dopo la guerra hanno lavorato nel cantiere navale. Mio padre come saldatore elettrico e Mario, quale grade invalido di guerra, come addetto alla portineria operai. Ora amici di fb, alla figlia di Mario ho inviato un’altra foto del padre e le ho detto che se trovo, nel mio disordine, l’originale della foto-tessera del padre gliela invierò. Potenza della Voce del Marinaio!
    Un abbraccio
    Antonio

  7. Babi Dell'Amura dice:

    grazie mille….ma volevo precisare che sono la nipote!

  8. EZIO VINCIGUERRA dice:

    🙂 spero di essere compreso e perdonato … ogni volta che faccio incontrare parenti di reduci marinai mi emoziono e allo stesso tempo eccitato da tanta felicità mi commuovo.
    Un abbraccio grande come il mare della vita

  9. Babi Dell'Amura dice:

    assolutamente perdonato!ci mancherebbe!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *