Regina del mare aiuta gli emigranti di poppa

segnalata da Seby Battiato

…beati gli ultimi perché di lo è il Regno dei Cieli.

Regina del mare,
che dalle stelle ti volgi quaggiù,
dona un tuo sguardo di luce.

Forse nella tempesta c’è ancora una barca,
ma la luce del faro non disperde la nebbia,
non entra nel cuore di vite e uragani.

Su questa spiaggia adesso cattiva,
nelle notti di reti strappate, t’invoco:
sii porto a chi piange nel vento.

E in questo mare di sorriso e tremore
dona il tuo amore a chi naviga senza senso.

Stella del mare, guida noi poveri marinai
nella nostra rotta della vita.

8 luglio 2013 Papa Francesco a Lampedusa - www.lavocedelmarinaio.com

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Emigrante di poppa, Marinai, Poesie, Sociale e Solidarietà, Storia. Permalink.

44 risposte a Regina del mare aiuta gli emigranti di poppa

  1. Anna Serci dice:

    Un Papa simpaticissimo ….Felice settimana a tutti del gruppo ..

  2. Marinaio di Lago dice:

    E’ un grande uomo perché è un emigrante…

  3. Teresa Arpaia dice:

    ahimè è vero ……..ma c’è chi può e chi ahimè non può …pur volendo …:)Buon inizio settimana .un abbraccio ..

  4. Paolo Tarico dice:

    ciao a tutti, condivido.

  5. Pietro Tallarico dice:

    Ciao Ezio, condivido anch’io

  6. Vittorio Alberti dice:

    LAMPEDUSA: formidabile coraggio, formidabile vigore, formidabile potenza.

  7. Vittorio Alberti dice:

    capo Vinci, ti voglio a prua, avvolto nel tricolore e in grande uniforme estiva, su nave durand de la penne

  8. Vittorio Alberti dice:

    enza contare che nel 1212 anche san francesco d’assisi si imbarcò clandestinamente

  9. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Vittorio V. Alberti, grazie. Ho sempre pensato che Papa Francesco sia un emigrante di poppa, proprio come noi. Un abbraccio

  10. Michele Di Liberto dice:

    CIAO EZIO GRAZIE DEI SALUTI UN PALA A PRORA VOGA VOGA VOGA

  11. Redazione Porta a Porta dice:

    Di fronte alle morti in mare, ha detto il Papa, “domandiamo al Signore la grazia di piangere sulla nostra indifferenza, sulla crudelta’ che c’e’ nel mondo, in noi, anche in coloro che nell’anonimato prendono decisioni socio-economiche che aprono la strada a drammi come questo. ‘Chi ha pianto?'”.

  12. Redazione Famiglia Cristiana dice:

    IL PAPA: «PERDONO SIGNORE, DONACI LA GRAZIA DI PIANGERE»
    Francesco a Lampedusa incontra un gruppo di migranti e poi celebra la messa in cui fa mea culpa: «Viviamo nella globalizzazione dell’indifferenza e siamo tutti responsabili senza nome e senza volto. Ci siamo abituati alla sofferenza dell’altro».

  13. Redazione ANSA dice:

    “Protettrice dei migranti e degli
    itineranti, assisti con cura materna gli uomini, le donne e i
    bambini costretti a fuggire dalle loro terre in cerca di
    avvenire e speranza”. E’ un passo della preghiera pronunciata
    dal Papa a Lampedusa davanti alla statua di Maria, stella del
    mare. “L’incontro con noi e con il nostro popolo non si
    trasformi in sorgente di nuove e più pesanti schiavitù e
    umiliazioni”.”Rifugio dei peccatori – ha detto ancora il
    Pontefice -, ottieni la conversione del cuore si quanti generano
    guerra, odio e povertà, sfruttano i fratelli e le loro
    fragilità, fanno indegno commercio della vita umana

  14. Don Giovanni D'Ercole dice:

    Papa Francesco: annunciare Dio, la missione non è un mestiere

    I punti di riferimento della missione cristiana sono la gioia della consolazione, la croce e la preghiera.

  15. Toty Donno dice:

    PAPA: ABBIAMO PERSO SENSO RESPONSABILITA’ FRATERNA

  16. Efisio Onali dice:

    e un grande papa francesco

  17. Don Gino Delogu dice:

    ne avevamo bisogno di una persona cosi , sempre a favore dei deboli , speriamo prendano esempio i nostri politici che pensano il contrario

  18. Ester Martone dice:

    IN POCHE PAROLE IL POTERE E IL DENARO NON FANNO LA FELICITA E,IL TRIONFO DI UN MOMENTO PERCHE POI TI ACCORGI CHE SEI SOLO E ALLORA CAPIRA CHE LA FELICITA PUO VENIRE SOLO DALL’ANIMA E DALL’AMORE UNIVERSALE

  19. Bruno V. Bardelli dice:

    Papa Francesco sarebbe un atto veramente stupendo se i 170 migranti arrivati a Lampedusa questa mattina venissero accolti dentro la Città del Vaticano e controllati giorno e notte dalle Guardie Svizzere……..Grazie e scusi il disturbo con affetto.

  20. Anastasia Leo dice:

    Bruno, in seconda media, al frate che insegnava religione e che si raccomandava di ospitare in famiglia, durante i fine settimana, gli immigrati giunti in Italia, mio figlio chiese come mai il Papa non li ospitasse con i sacchi a pelo nei corridoi del Vaticano. Ci è mancato poco che lo espellesse…

  21. Bruno V. Bardelli dice:

    Fate quel che dico ….ma non fate quel che faccio…… Hai ragione Anastasia Leo perfettamente ragione. Ora chi ha visto la televisione italiana si sente autorizzato più che mai a venirci a trovare.

  22. Pietro Rossi dice:

    è andato a far si che gli sbarchi siano legittimi…dovrebbe dire alle autorità che da oggi, tutti i clandestini (migranti) li portassero in vaticano, avranno cittadinanza ed assistenza e tutto ciò che gli occorre……….ha perso una buona occasione di starsene in Vaticano o in vacanza a Castel Gandolfo…

  23. Tommaso Ortega dice:

    e si, si sentiva la mancanza del suo beneplacito consenso, dopo quella tal ministro e la boldrini… siamo apposto

  24. Ornella Aimone dice:

    IL papa voleva dimostrare l’accoglienza, ma siccome il papa è mondiale dovrebbe andare alla fonte degli sbarchi a capire il perché. Io, sinceramente, se abitassi a Lampedusa ne avrei le scatole piene delle ondate di immigrati. Tanto noi paghiamo tasse, imposte, tarsu, imu, iva ecc… e li manteniamo…

  25. Tommaso Ortega dice:

    io meglio che non parlo, altrimenti mi segano…. @@@@@@ dico solo che non se ne può più

  26. Bruno V. Bardelli dice:

    Ho l’impressione che Lampedusa e i lampedusani su questa facenda abbiano un loro tornaconto…… naturalmente in termini economici. Per loro è lavoro! Sono tanti anni che manco da Lampedusa ma non credo che la situazione sia molto cambiata…. da allora. Il Turismo è fatto di 3/4 mesi e il resto ? Quante persone ci sono in più sull’isola tra equipaggi delle motovedette, polizia , carabinieri , protezione civile.ecc. …e questi signori quando vanno in franchigia escono o scendono a terra e spendono……dove a Lampedusa…Però un bel pullman da portarli in gita nei giardini vaticani sarebbe da organizzare…

  27. Ornella Aimone dice:

    Prima erano tanto arrabbiati e si sentivano defraudati, i lampedusani… oggi stando alle interviste “sono persone come noi”..

  28. Ornella Aimone dice:

    Se devo dirla tutta, il papa dovrebbe andare personalmente in India a riprendere i nostri 2 marò. Ma non può perché c’è la divisione fra Stato e chiesa (in questo caso)!

  29. Bruno V. Bardelli dice:

    Ornella Aimone ho proprio l’impressione che abbiamo centrato l’obiettivo….!!!

  30. Ornella Aimone dice:

    Per fortuna ci capiamo

  31. Roberto Tento dice:

    Condivido fra’ Bruno V. Bardelli….Bravo…

  32. Gios Tuttusacciu dice:

    Il Papa criticando l’uso delle automobili da parte dei preti e delle suore si è messo al livello della mia portinaia;

  33. Carmela Picheca dice:

    Non v’è tempo per sognare se non hai trovato il tempo per vivere.
    E…comunque…buonanotte. 😉

  34. Antonella Poeta dice:

    il mare ha gia’ la sua musica che è melodia…..ma questa è straordinaria….vi accompagnera’ nei vs sogni!!!!!

  35. Lidia Bellavia dice:

    “Signore – ha concluso il Papa – in questa Liturgia, che è una Liturgia di penitenza, chiediamo perdono per l’indifferenza verso tanti fratelli e sorelle, ti chiediamo, Padre, perdono per chi si è accomodato, si è chiuso nel proprio benessere che porta all’anestesia del cuore, ti chiediamo perdono per coloro che con le loro decisioni a livello mondiale hanno creato situazioni che conducono a questi drammi. Perdono Signore! Signore che sentiamo anche oggi le tue domande: «Adamo dove sei?», «Dov’è il sangue di tuo fratello?».

  36. FIORELLA VIVI dice:

    CONDIVIDO E’ BELLISSIMA

  37. Patrizia Giove dice:

    🙂 mi piace

  38. Silvana De Angelis dice:

    Il pane dei marinai è fatto di sette croste.

  39. IL GIARDINO DEGLI ILLUMINATI dice:

    “Il mare e la vita hanno molto in comune. Rilassati. Lasciati andare.
    Abbi fiducia nel fatto che resterai a galla, e ci starai.
    Se invece opponi resistenza, pensando che finirai sul fondo, ci andrai davvero.
    La scelta spetta solo a te.”

    (Marcia Grad, La principessa che credeva nelle favole)

  40. Ferdinando Savoia dice:

    In questo momento,Sto’pensando a Papa Francesco che a Lampedusa ha reso onore,a bordo di una motovedetta,a tutti i naufraghi che sono morti nel canale di Sicilia,nel tentativo di conquistare la libertà e la democrazia per una vita futura migliore. A Marina Di Carrara,in piazza Nazioni Unite,è stato ricavato da un unico blocco di marmo bianco,un monumento che ricorda il sacrificio di tutti i naufraghi: della Marina Militare,della Marina mercantile e di qualsiasi altro natante e per qualsiasi altro motivo. L’ ANMI di CARRARA,ogni anno rende onore a questo monumento,collocando una “Corona D’Alloro” alla sua base in ricordo appunto,di tutti i naufraghi. Generalmente viene fatto in occasione della festa della M.M.

  41. Ferdinando Savoia dice:

    S’intravedono,fra i flutti ricavati nel marmo,le povere braccia dei naufraghi che stanno per soccombere!!! È un monumento che emoziona!!!

  42. Maria Rita Moro dice:

    Anche se distruggessero ogni crocifisso, ogni statua, chiesa e luogo sacro creato da mani umane, mai nessuno potrebbe uccidere la fede che vive nell’anima di ogni essere umano che crede in Dio.

  43. ANNA SERCI dice:

    ♥ Il destino è scritto con penna indelebile..
    sulle pagine della nostra vita e…
    nessuno può cambiare il suo corso..
    c’è qualcuno al di sopra di noi ..
    che ci ha destinato …
    quello che secondo lui è più giusto..
    certo quello che ci verrà riservato ..
    non è che il risultato di tutto ciò..
    che abbiamo seminato durante il nostro cammino..♥ IL MIO PENSIERO ♥

  44. Bollettino dei Naviganti dice:

    Un invito a riconoscere il lavoro e a rispettare i diritti di quasi un milione e mezzo di marittimi è stato rivolto dal Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti, in occasione della ricorrenza della Domenica del mare 2013 che si celebra domani, 14 luglio. Da oltre 90 anni, la Chiesa cattolica, attraverso l’opera dell’Apostolato del mare, con una rete di cappellani e volontari presenti in oltre 260 porti del mondo, si occupa della cura e del benessere spirituale e materiale dei marittimi, dei pescatori e delle loro famiglie. Nel celebrare la Domenica del mare, il Pontificio Consiglio per la Pastorale dei Migranti e degli Itineranti con il suo messaggio intende “ invitare tutti i membri delle nostre comunità cristiane a prendere coscienza e a riconoscere il lavoro di quasi un milione e mezzo di marittimi che navigano a bordo di una flotta mondiale globalizzata, composta di 100.000 navi che trasportano il 90 per cento dei prodotti manifatturieri”. In particolare il documento esprime soddisfazione per l’entrata in vigore della convenzione internazionale sul lavoro dei marittimi siglata addirittura nel 2006 ed oggi finalmente ratificata dai governi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *