7.11.1937, varo regio sommergibile Neghelli

a cura Carlo Di Nitto

Banca della memoria - www.lavocedelmarinaio.com

…a La Spezia c’era un arsenale che costruiva navi, e adesso?

Il regio sommergibile Neghelli (classe ADUA, sigla NG) fu impostato il 25/2/1937 nei Cantieri O.T.O. di La Spezia e varato il 7/11/1937.
Entrò in servizio il 28/2/1938.
Il 13/12/1940 silurò l’incrociatore “Coventry” di 5.000 t. danneggiandolo gravemente.
Fu affondato in data ed ora imprecisata tra il 15 e il 22/1/1941. Da fonte ufficiale inglese del dopoguerra, si è appreso che il battello è stato affondato presumibilmente il 19/1, alle ore 11.25 circa, al largo dell’isola di Falconera, dal Ct “Greyound”. Prima di essere affondato, il “Neghelli” aveva silurato il P.fo “Clan Cumming” di 7.264 t. danneggiandolo gravemente.
Nell’affondamento scomparve l’intero equipaggio composto da 5 Ufficiali (compreso il Comandante T.V. Carlo Ferracuti) e 41 sottufficiali, sottocapi e comuni.

regio sommergibile Neghelli f.p.g.c. Carlo Di Nitto a www.lavocedelmarinaio.com

I Marinai caduti

Ascanio Ammaturo, sergente
Alessandro Baggioli, comune
Stefano Becciolini, comune
Ghino Begherini, capo di seconda classe
Ferruccio Blazer, comune
Mario Brignola, sottotenente di vascello
Egidio Carli, capo di seconda classe
Giacinto De Benedictis, capo di seconda classe
Cristoforo Delfino, sergente
Lorenzo Delfino, comune
Angelo Di Martino, comune
Carlo Ferracuti, capitano di corvetta in servizio permanente effettivo (comandante), 30 anni, da San Pietro di Feletto (MAVM)
Vito Fiorino, comune
Luigi Gaiardelli, sottocapo
Lodovico Gelli, comune, 21 anni, da Ferrara
Dino Gentino, comune
Giuseppe Giacomazzo, comune
Angelo Guaschi, sottocapo
Rodolfo Guglia, guardiamarina
Luigi Iacobellis, comune
Nicola Iodice, sergente
Giovanni Lacirignola, sergente
Pasquale Lanna, comune
Guido Luise, comune
Edoardo Macchia, capo di prima classe
Rino Manfrini, comune, 20 anni, da Comacchio
Costantino Marsilio, sottocapo
Raffaele Marzetti, comune
Giuseppe Masserani, capo di seconda classe
Ugolino Mattiazzi, capo di terza classe
Ezio Mazza, comune
Adolfo Molaro, comune
Giuseppe Munafa, sottocapo
Costantino Niola, sottocapo
Francesco Paladini, sergente
Giorgio Petrucci, comune
Giuseppe Pizzorna, guardiamarina
Ezio Pucci, capo di seconda classe
Francesco Rezzani, capitano del Genio Navale
Renato Ricca, comune
Giuseppe Sangani, sottocapo
Giusepe Saverino, sottocapo
Edoardo Tarantino, capo di seconda classe
Armando Tucci, sergente
Augusto Vallini, comune
Pietro Valsecchi, comune.

Questo articolo è stato pubblicato in Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

6 risposte a 7.11.1937, varo regio sommergibile Neghelli

  1. Giovanni Presutti dice:

    E’ sempre doloroso leggere di nostre unità affondate durante la guerra, ma è ancora più doloroso apprendere della perdita di interi equipaggi. A leggere i loro nomi, come in questo caso, sembra di vedere le loro immagini. Complimenti all’autore dell’articolo. Se la grande famiglia dei MARINAI, dal Comune di 2^ cl ad ammiraglio, in attualità di servizio e in pensione ne vengono a conoscenza, il merito va al blog LA VOCE DEL MARINAIO di Ezio Pancrazio VINCIGUERRA

  2. Girolamo Trombetta dice:

    Grazie per tutto questo

  3. Filippo Bassanelli dice:

    r.i.p.

  4. Maria Luisa Cataldo dice:

    Ezio Pancrazio Vinciguerra Grazie!

  5. Raffaele Passero dice:

    condivido

  6. Marino Miccoli dice:

    Ai Sommergibilisti và tutto il nostro rispetto e considerazione per la pericolosità del loro servizio prestato a bordo dei battelli. Ai Sommergibilisti della Regia Marina in particolare devono essere resi quegli onori che hanno largamemente dimostrato di meritare sacrificandosi in massa, interi equipaggi, durante l’ultimo conflitto mondiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *