14.11.1922, nave Vesta è ridenominata regia nave Marte

di Antonio Cimmino

Questa petroliera fu varata il 27 luglio1892 nel cantiere W.G. Armstrong, Mitchell& Co Ltd di Elswich, Newcastle in Gran Bretagna per conto della Mineraoil Raffinerie AG di Fiume con il nome di “ETELKA”.
Rilevata nel 1909 dalla Marina Imperiale Austroungarica, fu ribattezzata “VESTA”.
Dopo la Prima Guerra Mondiale fu ceduta nel 1919 all’Italia in conto riparazione danni di guerra e ridenominata “MARTE” il 14 novembre 1922.

Dal 1923 al 1930 fu data dalla regia Marina in gestione: prima alla Cooperativa Garibaldi di Genova e poi alla SocietàNazionale Olii Minerali che la ribattezzo “PROCIONE”.
Ritornata alla regia Marina nel 1930, fu nuovamente denominata Marte.
Dopo l’Armistizio fu catturata dai tedeschi il 9 settembre 1943 ed utilizzata fino al mese di giugno 1944.
I tedeschi in ritirata l’affondarono all’all’imboccatura del porto di Livorno.
Fu radiata ufficialmente il 27 marzo 1947.

Caratteristiche tecniche
Stazza lorda: 2373 tonnellate;
Lunghezza: 88,10 metri;
Larghezza: 11,40 metri;
Immersione: 5,97 metri;
Motrice a vapore a triplice espansione, 1 elica
Armamento: 2 pezzi da 76/40
Velocità: 10 nodi
Equipaggio al varo: 58 uomini.

Questo articolo è stato pubblicato in Curiosità, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *