Giuseppe Palumbo (Napoli 31.12.1840 – 16.2.1913)

a cura Antonio Cimmino

Giuseppe Palumbo nasce a Napoli il 31.12.1840.
Fra i suoi incarichi principali segnaliamo:
– Comandante del regio cantiere navale di Castellammare di Stabia (1873 – 1874) dove il 10 ottobre 1874 fu varata la regia supercorazzata Caio Duilio;

– Con il grado di Capitano di vascello fu al comando della regia pirocorvetta Vettor Pisani (1882- 1885) ed eseguì spedizione nello Stretto di Magellano per rilievi idrografici;

– Comandante dell’Accademia navale di Livorno (1893 – 1895);
– Deputato del Collegio elettorale di Castellammare di Stabia (1897 e 1901);
– Ministro della Marina (1898 -1899);
– Presidente del Consiglio superiore di Marina (1903 – 1904);
– Senatore del Regno.
Congedato con il grado di Vice ammiraglio salpò per l’ultima missione, dalla sua Napoli, il 16.2.1913.

Questo articolo è stato pubblicato in Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

8 risposte a Giuseppe Palumbo (Napoli 31.12.1840 – 16.2.1913)

  1. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Riposa in pace …noi non dimentichiamo

  2. Egidio Alberti dice:

    ONORI R.I.P.

  3. Raffaele Napolitana dice:

    Onori al Grande Ammiraglio PALUMBO. R.I.P.

  4. Serrikko Nicodemo dice:

    chi fu ?Sicuramente un ufficiale pluridecorato ,come ? quando ? perchè ?

  5. Giovanni Linardon dice:

    R.I.P.

  6. Giorgio Castellano dice:

    R.I.P.

  7. Pasquale Sciorilli Borrelli dice:

    R.I.P. MARINAIO PALUMBO E CHE I VENTI TI SIANO PROPIZI…

  8. Carlo Palumbo dice:

    Ringrazio commosso per la scheda e le immagini. Con la Vettor Pisani, Giuseppe Palumbo fece il giro del mondo. Tra l’altro scoprì di fronte al Cile alcune isole che non avevano nome: ne chiamò una Italia (un’altra Palumbo). Possiamo dire che l’Italia non è solo una penisola nel Mediterraneo, ma anche un’isola nel Pacifico. Nella storia della nostra famiglia ci sono altri due Giuseppe Palumbo, suoi nipoti e cugini tra loro, uno generale dei paracadutisti, l’altro (mio padre) generale dei carabinieri. (Io, discendente degenere, mi sono fermato a fante scritturale…).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *