11.12.1916, Catello Criscuolo

di Antonio Cimmino

banca-della-memoria-www-lavocedelmarinaio-com

antonio-cimmino-per-www-lavocedelmarinaio-com_1Catello Criscuolo di Antonio, nasce a Castellammare di Stabia il 28.6.1895. Marinaio fuochista, morì l’11.12.1916 a seguito dell’affondamento della regia nave da battaglia Regina Margherita.
La nave, progettata da Benedetto Brin ispettore del genio navale, alla sua morte fu modificata dall’ammiraglio Ruggiero Micheli.
Costruita e varata a La Spezia il 30 maggio 1901 (era gemella della regia nave Benedetto Brin varata a Castellammare di Stabia il 7.11.1901 e affondata per sabotaggio nel porto di Brindisi il 27.9.1915).
Nave da Battaglia di 1a. classe omonima aveva un dislocamento 14574 tonn., entrò in servizio nel 1904. Affondò l’11 dicembre 1916 per urto contro mina nei pressi di Valona (Albania).
L’11 dicembre 1916, a due miglia da Valona, urtò due mine posate dal sommergibile tedesco U-14 ed affondò capovolto in soli sette minuti.
Il motto della nave era “per l’onore dell’Italia”
Morirono 674 uomini dell’equipaggio e se ne salvarono 275.
Di Catello Criscuolo non abbiamo nessuna foto per onorarlo nella nostra banca della memoria.

11-12-1916-catello-criscuolo-copia

Questo articolo è stato pubblicato in Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

2 risposte a 11.12.1916, Catello Criscuolo

  1. Alberto Fiorentino dice:

    Durante il mio Comando al 28°Gruppo Navale, nel 2005, la Regina Margherita è stata ri-ritrovata da una spedizione dello IANTD sulla scorta di indicazioni da me fornite ca. la possibile posizione del relitto. Indicazioni ricavate dal verbale dell’inchiesta sull’affondamento. La posizione coincideva con l’inizio delle due linee dello sbarramento minato posto a protezione della baia di Valona.

  2. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Buonasera Alberto Fiorentino e grazie per questa sua testimonianza. Un abbraccio grande come il mare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *