1 maggio 1927, varo regio nave Manin

di Antonio Cimmino

regio cacciatorpediniere Manin - www.lavocedelmarinaio.com

Caratteristiche tecniche
Cacciatorpediniere varato a Fiume il 1° maggio 1927.
Dislocamento: 1.580 tonn.
Lunghezza: 90,7 metri.
Larghezza: 9,2 metri.
Immersione: 3,7 metri.
Apparato motore: 3 caldaie, 2 turbine, 2 eliche.
Potenza: 38.000 HP.
Velocità: 35 nodi.
Armamento: 4 cannoni da 102/45 mm., 4 cannoni da 40/39 mm., 6 tubi lanciasiluri da 533 mm, 52 mine.
Equipaggio: 145 uomini.
Motto: Foco sopra foco s’ha da vincere o morir.
Fu affondato il 3 aprile 1941 da un attacco aereo inglese presso Gedda (Mar Rosso) mentre tentava, con altre unità, un’incursione su Port Sudan.

La mappa dell'isolotto di El Wasta.L'isolotto di El Wasta dove nel 1941 furono internati i naufraghi dei CT Daniele Manin e Nazario Sauro. Foto Google Earth.

Il 2 aprile 1941 cinque cacciatorpediniere (Battisti, Sauro, Manin, Leone e Pantera) salparono da Massaua. Auto affondatosi il Battisti per un’avaria, i rimanenti 4 cacciatorpediniere furono attaccati, ad ondate successive, da 70 bombardieri Bristol Ben e aerosiluranti Fairey Sworfish. Dopo strenua difesa con le mitragliere di bordo di piccolo calibro (13,2,mm.), il Manin fu centrato da 2 bombe da 224 chili, fu immobilizzato e si preparò all’auto affondamento. Con l’esplosione lo scafo si capovolse, spezzandosi in due ed affondò.

due naufraghi della regia nave Manin - www.lavocedelmrianio.com

Persero la vita, in fondo al mare, circa 35 uomini dell’equipaggio.
Era il 3 aprile 1941.

i nomi, il grado e le firme autografe di tutti i superstiti che furono trasferiti ad El Wasta (foto Andrea Enea)

Fra i superstiti ci fu il Marinaio cannoniere O. Valentino Vuolo, matricola 28508, successivamente decorato con medaglia di Benemerenza Volontari di Guerra.
A Lui e a quelli che non fecero rientro alla base è dedicato questo articolo.

Valentino-Vuolo-www.lavocedelmarinaio.com_

Questo articolo è stato pubblicato in Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *