21.7.1940 così disse Badoglio

21.7.1940-Badoglio-www.lavocedelmarinaio.com_

Questo articolo è stato pubblicato in Curiosità, Recensioni, Storia. Permalink.

12 risposte a 21.7.1940 così disse Badoglio

  1. Giuseppe Pisapale dice:

    mi piace

  2. Antonio Cimmino dice:

    mi piace

  3. Mauro Agostini dice:

    mi piace

  4. Luca Zamagni dice:

    mi piace

  5. Alberto Rossi dice:

    mi piace

  6. Giovanni Brandano dice:

    Fu talmente studiata bene, che sappiamo tutti come si mise la questione. Vergogna!

  7. Massimo Pastore dice:

    Dopo l’ignominoso comportamento di Badoglio, insieme ad altri, nella disfatta di Caporetto questo tizio è riuscito ad assurgere al massimo rango di comando delle FF.AA. …. i tempi cambiano ma le procedure, certe procedure, persistono inossidabili ………

  8. Giovanni Barotti dice:

    Vabbè Massimo, tanto noi non li avevamo!

  9. Vito Rotondi dice:

    E poi non facciamo finta di dimenticare che abbiamo mandato le nostre truppe in Russia con le scarpe di cartone e senza il minimo equipaggiamento adeguato . Una mostruosità imperdonabile . Ma di cosa parliamo .

  10. Pietro Fredro dice:

    e mio padre, mandato in libia, con moschetti che non sparavano per le munizioni con la segatura, costretto ad arrendersi e non più tornato dalla prigionia, ora riposa in un sacrario militare.

  11. Vito Rotondi dice:

    E chissà quanti altri esempi di inefficienza totale che sicuramente dovremmo rimuovere dalla nostra storia .

  12. EZIO VINCIGUERRA dice:

    ed El Alamein, ecc.. Quante storie che si accomunate in quelle “persistenti e inossidabili procedure” che come giustamente fa osservare Massimo Pastore e voi con i vostri commenti, hanno segnato la vita di tanti (troppi) e dei propri familiari.
    Onore ai caduti e che riposino in pace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *