‘O mare (Eduardo De Filippo – 1968)

 


‘O mare
(Eduardo De Filippo – 1968)
segnalata da Pietro Scognamiglio

“‘O mare fa paura”
Accussì dice ‘a ggente
guardanno ‘o mare calmo,
calmo cumme na tavula.
E dice ‘o stesso pure
dint’ ‘e gghiurnate ‘e vierno
quanno ‘o mare
s’aiza,
e l’onne saglieno
primm’ a palazz’ ‘e casa
e pò a muntagne.
Vergine santa…
scanza ‘e figlie ‘e mamma!

Certo,
pè chi se trova
cu nu mare ntempesta
e perde ‘a vita,
fa pena.
e ssongo ‘o primmo
a penzà ncapo a me:
“Che brutta morte ha fatto
stu pover’ommo,
e che mumento triste c’ha passato”.
Ma nun è muorto acciso.
È muorto a mmare.
‘O mare nuna cide.
‘O mare è mmare,
e nun ‘o sape ca te fa paura.

Io quanno ‘o sento…
specialmente ‘e notte
quanno vatte ‘a scugliera
e caccia ‘e mmane…
migliara ‘e mane
e braccia
e ggamme
e spalle…
arraggiuso cumm’è
nun se ne mporta
ca c’ ‘e straccia ‘a scugliera
e vveco ca s’ ‘e ttira
e se schiaffea
e caparbio,
mperruso,
cucciuto,
‘e caccia n’ata vota
e s’aiuta c’ ‘a capa
‘e spalle
‘e bracce
ch’ ‘e piede
e cu ‘e ddenoccie
e ride
e chiagne
pecché vulesse ‘o spazio pè sfucà…
Io quanno ‘o sento,
specialmente ‘e notte,
cumme stevo dicenno,
nun è ca dico:
“‘O mare fa paura”,
ma dico:
“‘O mare sta facenno ‘o mare”.

[accussì: così; gghiurnate: giornate; vierno: inverno; onne: onde; a palazz’ ‘e casa: alte come palazzi; scanza: risparmia; vatte: batte; arraggiuso: rabbioso; s’ ‘e ttira: le ritira; se schiaffea: si schiaffeggia; mperruso: puntiglioso; ddenocchie: ginocchia; sfucà: sfogarsi]

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Poesie, Recensioni. Permalink.

12 risposte a ‘O mare (Eduardo De Filippo – 1968)

  1. Grazie Pancrazio,mette i brividi che uniti al freddo,non esiste senzazione simile!

  2. Andrea Tirandola dice:

    Andrea Tirondola

    Grazie mille!
    Andrea

  3. Donatella Sassi dice:

    🙂

    Grazie Ezio!!!!

  4. PIZZA GIUSEPPE dice:

    Ezio sei sempre speciale, ti ringrazio per la tua dedica, un abbraccio a presto…

  5. Toty Donno dice:

    E’ un gesto d’amore per tutti quelli che hanno la capacità di fermarsi ad ammirare la natura e il mare in particolare.

  6. Chiara Pieroni dice:

    Grazie Ezio! Mi ha fatto veramente piacere leggere questa poesia! [:D]

  7. Paolo Raffo dice:

    Gentile pensiero

  8. Roberto Liverano dice:

    Ezioooo …

  9. ezio vinciguerra dice:

    Sono sempre più convinto che il mare ce lo abbiamo dentro …

  10. Mariella Ricci dice:

    ” IL MARE NON FA PAURA, IL MARE STA FACENDO IL MARE” Grazie di questa bellissima poesia, recitata in modo incantevole!!! ed anche per le immagini veramente belle . Buona Giornata a voi tutti . Ciao!! Mariella.

  11. Florio Cusinato dice:

    Grazie

  12. Pannozzi Bruno dice:

    Molto bella e molto vera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *