Fiaba Cinese

a cura di Toty Donno

Un cavallino viveva nella stalla con la madre e non era mai uscito di casa, né si era mai allontanato dal suo fianco protettivo.
Un giorno la madre gli disse:
– “E’ ora che tu esca e che impari a fare piccole commissioni per me. Porta questo sacchetto di grano al mulino!”.
Con il sacco sulla groppa, contento di rendersi utile, il puledro si mise a galoppare verso il mulino. Ma dopo un po’ incontrò sul suo cammino un fiume gonfio d’acqua che fluiva gorgogliando.
– “Che cosa devo fare? Potrò attraversare?”
Si fermò incerto sulla riva. Non sapeva a chi chiedere consiglio. Si guardò intorno e vide un vecchio bue che brucava lì accanto.
Il cavallino si avvicinò e gli chiese:
– “Zio, posso attraversare il fiume?”
– “Certo, l’acqua non è profonda, mi arriva appena a ginocchio, vai tranquillo”.
Il cavallino si mise a galoppare verso il fiume, ma quando stava proprio sulla riva in procinto di attraversare, uno scoiattolo gli si avvicinò saltellando e gli disse tutto agitato:
– “Non passare, non passare! È pericoloso, rischi di annegare!”
– “Ma il fiume è così profondo?” Chiese il cavallino confuso.
– “Certo, un amico ieri è annegato” raccontò lo scoiattolo con voce mesta.
Il cavallino non sapeva più a chi credere e decise di tornare a casa per chiedere consiglio alla madre.
– “Sono tornato perché l’acqua è molto profonda” disse imbarazzato “non posso attraversare il fiume”.
– “Sei sicuro? Io penso invece che l’acqua sia poco profonda” replicò la madre.
– “E’ quello che mi ha detto il vecchio bue, ma lo scoiattolo insiste nel dire che il fiume è pericoloso e che ieri è annegato un suo amico”.
– “Allora l’acqua è profonda o poco profonda? Prova a pensarci con la tua testa”.
– “Veramente non ci ho pensato”.
– “Figlio mio, non devi ascoltare i consigli senza riflettere con la tua testa. Puoi arrivarci da solo. Il bue è grande e grosso e pensa naturalmente che il fiume sia poco profondo, mentre lo scoiattolo è così piccolo che può annegare anche in una pozzanghera e pensa che sia molto profondo”.
Dopo aver ascoltato le parole della madre, il cavallino si mise a galoppare verso il fiume sicuro di sé.
Quando lo scoiattolo lo vide con le zampe ormai dentro il fiume gli gridò:
– “Allora hai deciso di annegare?”
– “Voglio provare ad attraversare”.
E il cavallino scoprì che l’acqua del fiume non era né poco profonda come aveva detto il bue, né troppo profonda come aveva detto lo scoiattolo.

Questo articolo è stato pubblicato in Le parabole e ritratti di Toty Donno, Racconti, Recensioni. Permalink.

3 risposte a Fiaba Cinese

  1. Toty Donno dice:

    Grazie Ezio…buon fine settimana…sono proprio contento del tuo lavoro…grazie

  2. Ezio Pancrazio Vinciguerra dice:

    Ciao Toty grazie a te e buon fine settimana.

  3. Ciro Laccetto dice:

    In poche parole erano degli incompetenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *