Cacciatori di scimmie

a cura di Toty Donno

Lo sapete che i cacciatori di scimmie hanno escogitato un metodo geniale e infallibile per catturarle?
Quando hanno scoperto la zona della foresta in cui più spesso si radunano, affondano nel terreno dei vasi con il collo lungo e stretto. Con molta attenzione coprono di terra i vasi, lasciando libera solo l’apertura a pelo d’erba. Poi mettono nel vaso un manciata di riso e bacche, di cui le scimmie sono molto ghiotte.
Quando i cacciatori si sono allontanati, le scimmie ritornano.
Curiose per natura, esaminano i vasi e, quando si accorgono delle ghiottonerie che contengono, infilano le mani dentro e abbrancano una grossa manata di cibo, la più grossa possibile. Ma il collo dei vasi è molto stretto. Una mano vuota vi scivola bene dentro, quando è piena non può assolutamente venire fuori. Allora le scimmie tirano, tirano. E’ il momento che i cacciatori, nascosti nei paraggi, aspettano. Si precipitano sulle scimmie e le catturano facilmente. Perché esse si dibattono violentemente, ma non le sfiora neppure per un attimo il pensiero di aprire la mano e abbandonare ciò che stringono in pugno.

Troppo spesso il demonio ci cattura nella stessa maniera sfruttando il nostro attaccamento alle cose!

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Le parabole e ritratti di Toty Donno, Racconti, Recensioni. Permalink.

4 risposte a Cacciatori di scimmie

  1. Pietro Serarcangeli dice:

    “Non ho dubbi caro Ezio. Colgo l’occasione per comunicarti che mi piacciono le parabole di Toty.Ciao a presto”

  2. Toty Donno dice:

    “Grazie Ezio, felicissimo ed entusiasta di quello che fai…e di quello che sei…a presto amico mio….che Dio protegga te e i tuoi cari”

  3. Maurizio Angelo dice:

    “hai ragione.. pancrazio….e un grande.. “

  4. Peppino dice:

    molto bella…complimenti a Toty per le sue parabole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *