Le operazioni umanitarie della Marina Militare

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra



I compiti precipui ed istituzionali delle Forze Armate d’Italia si riassumo nei seguenti articoli della nostra Costituzione e più precisamente negli articoli 11, 52 e 87; legge 624/1950 e Legge 25/1997 e articolo 5 N.A.T.O. (operazioni rivolte a garantire la difesa collettiva, ecc.). In ottemperanza alle sopra citate e laddove il Parlamento Italiano di conseguenza ha legiferato in merito, la Marina Militare e il suo personale hanno partecipato alle seguenti operazioni umanitarie all’estero dal dopo guerra ad oggi:

1960, Marocco, Nave Indomito, per “Soccorso alla popolazione marocchina vittima del terremoto di Agadir”;

1973, Tunisia, Navi Veneto, Doria, Impetuoso e Indomito, per “Soccorso alla popolazione colpita da alluvione”;

1979, Vietnam, Navi Veneto, Doria e Stromboli, per “Operazione di soccorso e salvataggio dei profughi vietnamiti in fuga via mare”

1979, Montenegro, Nave Caorle, per “Trasporto aiuti umanitari per la popolazione vittima del terremoto”

1982, Libano, Navi Caorle, Grado, Perseo e Battaglione San Marco, per “Soccorso alla popolazione civile libanese vittima del conflitto tra fazioni israeliane e siriane;

1991, Croazia, Navi San Marco e Euro, per “Trasporto aiuti umanitati a favore della popolazione di etnia croata;

1991, Turchia, Nave San Marco, per “Trasporto aiuti umanitari a favore dei profughi curdi provenienti dall’Iraq;

1994, Ruanda, Comsubin, per “Operazione di evacuazione del personale italiano e straniero residente in Uganda”

1997, Albania, Navi San Giorgio e Battaglione San Marco, per “Operazione di evacuazione del personale italiano e straniero residente in Albania”;

1999, Turchia, Nave San Marco, per “Trasporto aiuti umanitari per la popolazione vittima del terremoto di Izmit e Yalova”;

1999/2000, Timor Est, Nave San Giusto, per “Verifica del regolare svolgimento del referendum al fine di stabilire la volontà popolare circa l’indipendenza della regione dalla Repubblica di Indonesia”;

2006, Libano, Nave Durand de la Penne, per “Operazione di evacuazione del personale italiano e straniero residente in Libano”;

2006, Libano, Navi San Giorgio e San Marco, per “Trasporto aiuti umanitari a favore della popolazione civile libanese”;

2010, Haiti, Nave Cavour,  per “Operazione di soccorso e trasporto aiuti umanitari a favore della popolazione colpita dal terremoto”.

Nell’elencare tali operazioni mi ritorna in mente un vecchio detto popolare: “Chi vuole vada e chi non vuole mandi”, che tramanda la saggezza dei popoli. Mi riferisco alle varie organizzazioni di beneficenza, carità, sostegno sociale a persone bisognose e di volontariato in genere presenti nel nostro territorio e nel mondo intero.
Ogni piccolo gesto può e deve apportare una modificazione dell’ideologia di vita del nostro vicino e del nostro prossimo cercando, il più possibile, d’influenzare alla modifica anche chi ci sta intorno.
…lo Stato siamo noi, il mondo siamo noi, l’importante è crederci!

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Marinai, Sociale e Solidarietà, Storia. Permalink.

14 risposte a Le operazioni umanitarie della Marina Militare

  1. ezio dice:

    da facebook

    Ciao Ezio,
    “Bravo Ezio, è naturale ed ovvio essere orgogliosi di appartenere alla grande famiglia dei TLC, figurati noi. Mi piacerebbe conoscerti di persona, ma è già abbastanza così. Un abbraccio.”
    Giovanni Gavino Leone

  2. ezio dice:

    da facebook

    GRAZIE !!! SONO RIMASTO COLPITO AL CUORE !!!! DELLE BELLISSIME PAROLE !!! UN ABBRACCIO LORENZO GASPARETTO

  3. ezio dice:

    da facebook

    Fernando Antonio Toma
    (13 novembre alle ore 21.54)

    Grazie EZIO speriamo di vivere in buona salute e con tanta carica ancora dentro … ancora possiamo dare parecchio.

  4. ezio dice:

    da facebook

    Leonardo Torelli
    (14 novembre alle ore 12.01)

    Caro Ezio ti ringrazio di vero cuore per le bellissime parole. Poiché ti considero un “Grande” non aggiungo altro e ti saluto veramente con affettuosa sincerità.
    A presto.

  5. ezio dice:

    da facebook

    Biagio Nobile
    14 novembre alle ore 10.41)

    Come al solito riesci a farmi commuovere.
    Grazie, grazie, grazie di vero cuore, un pensiero speciale a te.
    Ti ammiro tantissimo anche se non lo dimostro.
    Ti voglio bene!!!

  6. ezio dice:

    da facebook

    Grazie Ezio, ricambio con affetto e con poche parole, in quanto io non riesco a essere così profondo come le sei tu. Tanta salute e felicità anche a te
    Fabrizio Contaldo

  7. ezio dice:

    da facebook

    Stano Leonardo
    (14 novembre alle ore 17.07)

    Anche per le bellissime parole un ringraziamento speciale!
    … e ancora grazie.

  8. ezio dice:

    da facebook

    Francesco Crispe
    (14 novembre alle ore 16.06)

    Ciao Ezio, per me è un immenso piacere averti tra i mie amici, scusa se mi permetto di darti del tu, ma ormai e come se ci conoscessimo da tanto tempo visto che condividiamo gli stessi gruppi, ciao ti saluto a presto

  9. ezio dice:

    da facebook

    Barrera Raimondo
    (15 novembre alle ore 20.35)

    GRAZIE!!!! Ezio… alle tue parole non aggiungo altro, si commentano da sole. ancora Grazie….un forte abbraccio Ray.

  10. ezio dice:

    Da facebook

    è bello quello che fate per le persone bisognose, se vi posso aiutare mandatemi le coordinate e lo farò volentieri….
    ciao Ezio un salutone

    Massimo Acciaio

  11. ezio dice:

    da facebook

    Rossana Tirincanti

    …questi fatti mi colpiscono enormemente e devo veramente congratularmi con te Ezio e con quanti vi aiutano in tutte le vostre iniziative ! Mi piacerebbe saperne di più.
    Immagino che ci sia tanto volontariato …..aiutare chi ha bisogno è la cosa più ammirevole e stupenda che ognuno di noi possa fare
    …..Buongiorno a tutti …

  12. ezio dice:

    da facebook

    Carlo Mignogna
    (20 novembre alle ore 9.22)

    Ezio non ho parole per rigraziarti, sono commosso e onorato per averti come amico grazie dal più profondo del cuore. Carlo Mignogna presente in Vietnam!

  13. ezio dice:

    da facebook

    Associazione Marinai d’italia Sezione Di Salve
    (20 novembre alle ore 17.01)

    Non possiamo che confermare quello che hai detto, noi uomini di mare siamo stati e lo saremo sempre, amici di tutti e sopratutto di coloro che hanno bisogno. Se un giorno sarai dalle nostre parti sarete nostro gradito ospite. Un caloroso saluto

  14. ezio dice:

    da facebook

    Mario De Sabato

    Per me è un onore oltre che un piacere annoverarla fra i miei amici “marinai”, come ormai recita il nostro motto “una volta marinai…….marinai per sempre” le auguro una lieta serata………Mario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *