La nostra Jera

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra


Le poesie e le foto nascono dalle suggestioni, dalle immersioni, non solo subacquee, ma interiori che hanno stimolato la creatività e l’approfondimento delle due artiste, Antonella Zagaroli e Mariangela Rasi.
Le due donne hanno lavorato separatamente e in tempi diversi sull’isola: Successivamente, per un incontro casuale, Antonella e Mariangela hanno scoperto le somiglianze, le differenze e le potenzialità insite nel collegamento delle due forme artistiche.
Questo libro nasce dal desiderio e dalla sensibilità di due donne artiste di condividere un loro individuale rinnovamento coinciso con il soggiorno e l’immersione totale nell’isola gioiello delle Egadi l’antica Jera.
Attraverso le loro diverse esperienze d’arte, poesia e fotografia, hanno dato a questi sguardi esterni e interni su un territorio conosciuto, amato forse perché ancora appartato e che permette di vivere ritmi molto vicini a quelli della natura.
Le poesie e le fotografie sono frutto della relazione che la poetessa e la fotografa hanno avuto col paesaggio, le acque, le rocce, le visioni immaginarie e concrete, la vita quotidiana che offre Marettimo.

Questo articolo è stato pubblicato in Fotografi di mare, Poesie, Recensioni. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *