I ragazzi della via Stendhal

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra


I ragazzi della via Stendhal, il libro Pietruccio Montalbetti, pubblicato da Aereostella, curato da Maurizio Scandurra e con prefazione di Vincenzo Mollica, non è solo la storia dei Dik Dik ma il ritratto di una generazione, molto diversi da quella di oggi,che attraverso gli occhi del suo protagonista spera di trasmettere sogni ai giovani di adesso.
Pietruccio, amico e maestro, ha vissuto una generazione (anni ‘60 e successivi), precedente alla mia (anni ’70), e  ci ha saputo trasmettere i sogni della sua generazione (beat generation).
Una generazione che“sognava la California”, che“amava i Beatles e  i Rolling Stones”. Una generazione che prendeva le mosse da una Italia ferita e offesa dal secondo conflitto mondiale, da un dopoguerra fatto di stenti e di povertà ma anche di un futuro, “i favolosi anni Sessanta del boom economico”.
In questo contesto si inserisce Milano (ma anche una nazione) certamente cambiata  grazie anche al contributo di una generazione musicale di cui Pietruccio e i Dik Dik, sono fenomeno culturale del Beat italiano composto da   ribelli da capelli lunghi e dal  fenomeno dei gruppi musicali, che sono stati l’incipit del cambiamento, della rinascita e della rivolta culturale del 1968.
I ragazzi della via Stendhal è un romanzo di  vita, di verità, di utopie, scritto con passione dal suo narratore, che vive e si riflette nella storia di quegli anni. Ragazzi talentuosi come “Lucio” che cercavano di raggiungere quella Milano che non era ancora divenuta …”una Milano da Bere” ma una Milano pronta ad accogliere quei “fratelli d’Italia” in cerca di riscatto sociale, in cerca di lavoro.
Mi sono incontrato con Pietruccio pochissimi minuti in una tappa del tour 2010 nella Tuscia viterbese e non ho fatto in tempo a comunicargli quanto sia/siano stati importanti per me e per la generazione dei ’70, non ho fatto in tempo a comunicargli che sebbene fossi  cresciuto nell’estrema periferia Sud di Catania, mi sentivo un figlio del “vento”  anch’io domiciliato con la mente e col cuore in via Stendhal a Milano.

Per ulteriori informazioni:
Titolo: I ragazzi della via Stendhal. Ritratto di una generazione
Autore: Pietruccio Montalbetti
Curatore: Maurizio Scandurra
Prefazione: Vincenzo Mollica
Editore: Aerostella
Data di Pubblicazione: marzo 2010
ISBN: 9788896212103
pagine 224

http://www.dikdik.it/prima_pagina.html

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Recensioni, Un mare di amici. Permalink.

3 risposte a I ragazzi della via Stendhal

  1. ezio dice:

    Su facebook
    Pietruccio Montalbetti

    Grazie bellissima recensione grazie e sempre a tua disposizione ciao Pietruccio

  2. ezio dice:

    da facebook 19 ottobre alle ore 13.04

    Grazie Ezio,
    un abbraccio grande

    Margherita Fumero

  3. Roberto Cannia dice:

    Ciao Ezio!, i Dik Dik fanno parte di quei gruppi musicali che mi sono rimasti nel cuore. Sono cresciuto con le loro canzoni, e ancora adesso le ascolto tantissimo. Come dimenticare pezzi come giornale di bordo, l’isola di Wight, help me, storia di periferia, vendo casa, la mitica viaggio di un poeta etc etc. Quando ascolto le loro canzoni ritorno indietro nel tempo agli anni della spensieratezza e della voglia di vivere. Ti abbraccio Roberto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *