Chi ha conosciuto Bosco Nedelcovic?

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

Sembrerebbe un enigma ed invece si tratta di un originale concorso letterario di narrativa, poesia e musica curato dall’Associazione Villaggio delle Lettere e dall’Associazione Esperantisti Italiani.
Diciamo subito che non si tratta del solito concorso a premi dove il copione è stato già scritto. Il concorso è  del tutto gratuito, è ideato da scrittori e quindi da persone che condividono gli stessi interessi e le stesse aspirazioni, e non ci sono graduatorie perché i lavori vengono selezionati da una giuria che può essere a sua volta giudicata garantendo la totale trasparenza.
Si partecipa in lingua italiana o in Esperanto, con un racconto, con tre poesie, con una canzone “Esperanto”, con la composizione di un inno “Esperanto”, secondo le modalità descritte sul sito: http://bosconedelcovic.altervista.org/.
Sulla homepage del sito viene adombrato il personaggio Bosco Nedelcovic  in quello che si può definire l’incipit di un ideale romanzo collettivo. A conclusione dei termini si tenterà infatti la sfida di un assemblaggio dei migliori e più attinenti racconti pervenuti. Se quest’ultima operazione risultasse impossibile, si editerà una raccolta come tradizione. Il volume, che a margine dei racconti comprenderà le poesie premiate, così come il Compact Disc delle canzoni e dell’inno, verrà stampato sia in italiano che in Esperanto, per la diffusione in tutto il mondo.
Si rammenta che gli elaborati devono essere inviati entro il 30 novembre 2010 (la prima parte) e non oltre il 15 febbraio 2010 (la seconda parte) mentre le composizioni musicali  dovranno pervenire entro il 15 febbraio 2011.

Questo articolo è stato pubblicato in Recensioni. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *