L’alba – Aspettavamo il 2000

Luca Barbarossa

L’alba

A me basta un raggio di sole per alzarmi dal letto
cantare una canzone
A me basta un raggio di sole basta uno sguardo
perché nasca un amore
A me basta un raggio di sole per fare un arcobaleno
che arrivi al tuo cuore per non lasciarti più
Guarda c’è il sole svegliati anche tu

Aspettavamo il 2000
Testo e musica di Luca Barbarossa

La mia generazione è sopravvissuta perfino al tuca tuca e alla guerra fredda
alla moto senza casco all’avvento della disco all’arresto di Valpreda
eravamo convinti che Rivera fosse Dio
e che quello di Mina non fosse un addio
La mia generazione è sopravvissuta perfino a Nikka Costa e agli anni di piombo
ai decreti delegati ai servizi deviati ai sofficini e al pongo
eravamo studenti ci sentivamo operai
certi giorni di festa non finivano mai
Aspettavamo il 2000 perché tutto sarebbe cambiato
ma tu l’avevi previsto che il futuro sarebbe passato
lo immaginavi diverso questo mondo un po’ perso
che se provi a cambiarlo ti spara anche addosso
per ritornare lo stesso
sempre uguale a se stesso
La mia generazione è sopravvissuta
al ritorno nelle sale della commedia italiana
alla fuga dei cervelli alla P2 di Gelli
alla banca vaticana
siamo stati i cattivi negli anni Settanta
niente sconti di pena per chi non si accontenta
Aspettavamo il 2000 perché tutto sarebbe cambiato
ma tu l’avevi previsto che il futuro sarebbe passato
e sognavamo la luna ma qualcosa non ha funzionato
tu quanto avevi scommesso cosa hai perso e chi c’ha guadagnato
lo immaginavi diverso questo mondo un po’ perso
che se provi a cambiarlo ti spara anche addosso
per ritornare lo stesso
Aspettavamo il 2000 perché tutto sarebbe cambiato
ma tu l’avevi previsto che il futuro sarebbe passato
per ritornare lo stesso
sempre uguale a se stesso
sempre uguale a se stesso
sempre uguale a se stesso

Guerra e pace – Nota di Luca Barbarossa

Il male trova sempre il modo di farsi sentire, è devastante e spesso ci dà la sensazione di prevalere sul bene.
L’amore è silenzioso, discreto, non fa notizia ma se facesse rumore ci renderemmo improvvisamente conto di quante cose positive succedono in ogni istante e sicuramente cambierebbe il nostro modo di vedere le cose.

http://www.youtube.com/watch?v=19GHq_eScHA

Questo articolo è stato pubblicato in Il mare nelle canzoni. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *