A mio figlio

(Giovanni Caruso)


Raccoglierò ogni tua lacrima ingiusta
e soffrirò con te per quelle che meriti
affinché la vita insegni.
Morirei per ogni tuo sorriso
e gioirò quando saprai donarlo
perché in te ho infondato il principio
Non pretendo la tua perfezione
ma la mia nel saperti accettare
perché possa morire il ricordo cattivo
che lega il cuore con un cappio al collo.
Sono tuo padre e ancor non esisti
ma già ti amo non farmi aspettare

Questo articolo è stato pubblicato in Poesie. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *