• Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Per Grazia Ricevuta,  Pittori di mare,  Recensioni,  Storia

    28 maggio, spiaggia San Nicolò del Montenegro

    a cura Sergio Pagni

    PER GRAZIA RICEVUTA

    Ex voto di proprietà del Museo storico navale di Venezia proveniente dalla chiesa della Madonna del Carmine di Torre del Greco, presso Napoli.
    Il quadretto ad olio, che misura cm. 51 x 64, reca in corsivo questa scritta:
    Voto fatto nella spiaggia San Nicolò Montenegro da N. Muro e R. Loffredo”.
    Le sigle V.F.G.A. stanno per:
    votum fecit gratiam accepit” (fece un voto e ottenne la grazia).

  • C'era una volta un arsenale che costruiva navi,  Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Pittori di mare,  Recensioni,  Storia

    28.5.1856, varo della regia nave Torquato Tasso

    di Antonio Cimmino

    …a Castellammare di Stabia c’era una volta un arsenale che costruiva navi, e adesso?

    La regia pirofregata a ruote Torquato Tasso fu costruita nel Real Cantiere Navale di Castellammare di Stabia e varata il 28 maggio 1856. Le sue caratteristiche tecniche principali erano le seguenti:

    – dislocamento: 1450 tonnellate;
    – scafo in legno con carena ramata;
    – dimensioni: 63,3 x 9,9 x 4,9 metri;
    – due ponti;
    – due alberi a brigantino – goletta con bompresso;
    – 4 caldaie Guppy e macchina alternativa da 300 cavalli costruita a Pietrarsa (Napoli);
    – armamento all’origine: 1 obice da 117 libbre con canna a ferro liscio, 1 cannone da 60 libbre a omba Myllar con canna a ferro liscio, 8 obici Paixans da 30 libbre con canna a ferro liscio, 2 cannoni da 12 libbre in bronzo su affusto (da sbarco);
    – equipaggio: 178 uomini.
    Affondò per fortunale il 21 febbraio 1860 al largo di Civitella del Tronto.

  • Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Racconti,  Recensioni,  Storia

    Salvatore Zichichi

    di Giovanni Serra (*)

    (Trapani, 10.1.1920 – 27.11.2011)

    … riceviamo e con immenso orgoglio  pubblichiamo.

    Ciao Ezio,
    ti invio la storia di un altro grande Marinaio della mia famiglia, mio zio Salvatore Zichichi, il fratello più grande di mia madre.
    Salvatore Zichichi, nasce  a Trapani il 10.1.1920.
    Arruolato nel C.R.E.M. della Difesa M.M. di Messina, in qualità di Allievo Fuochista M/n per la ferma di anni quattro a premio, dal 01/10/1938 con il grado di Com. 1^ classe e poi promosso a Sottocapo.
    Dopo Mariscuole Pola fu destinato a  Marinalles Genova e imbarcato sul regio torpediniere Clio dal 1940 fino al 1942, elogiato dal Comando di bordo con le seguenti motivazioni:
    – “per contegno fermo e sereno tenuto durante l’affondamento di un sommergibile nemico”;
      per aver eseguito prontamente, nel miglior modo, tutti gli ordini ricevuti, e tenere un contegno fermo e sereno, durante una riuscita azione contro sommergibili nemici”.
    Sospeso e poi richiamato, fu destinato a Marina di Tripoli e Tunisi.
    Dal 1943 al 1946 fu prigioniero degli Alleati, rientrò dalla prigionia e fu congedato il 19/07/1946.
    Continuò la sua vita, per mare, lavorando a bordo delle barche delle Tonnare di San Giuliano e Bonagia a Trapani.
    E’ deceduto il 27.11.2011.

    (*) digita il suo nome e cognome sul motore di ricerca del blog per conoscere gli altri suoi articoli.

  • Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni,  Storia

    Regio sommergibile Macallè

    di Riccardo Preve

    Il regio sommergibile Macallè,  classe “600 – serie Adua”, fu impostato presso i Cantieri O.T.O. di La Spezia il 1° marzo 1936.
    Fu varato il 29 ottobre 1936 e consegnato il 1° marzo 1937.
    Fu affondato il 15 giugno 1940 e radiato il 18 ottobre 1946.

    Caratteristiche tecniche
    Dislocamento: 697,254 t. – Imm. 856,397
    Dimensioni: Lunghezza 60,18 m. – Larghezza  6,45 m.
    Motori: 2 motori diesel FIAT + 2  motori elettrici Marelli – 1 batteria di accumulatori al piombo composta da 104 elementi. Motori a scoppio 1400 hp. – Motori elettrici 800 hp.
    Velocità: in superficie: 14 knt. – in immersione: 7,5 knt
    Armamento: 4 tubi lanciasiluri AV da 533 mm. – 2 tubi lanciasiluri AD da 533 mm. – 6 siluri da 533 mm. – 1 cannone da 100/47 mm. – 2 mitragliere singole da 13, 2 mm. – 152 proiettili per il cannone
    Equipaggio: 4 ufficiali, 32 tra sottufficiali e marinai
    (Fonte “Sommergibili italiani” di A. Turrini e O. Miozzi – U.S.M.M.)

    Carlo Acefalo (Monastero di Vasco, 16.1.1916 – Mar Rosso, 18.6.1940)