• La missione del giovane cavaliere

    La missione del giovane cavaliere – V capitolo

    di Marino Miccoli

    Breve riassunto dei capitoli precedenti
    E’ nel regno Normanno di Sicilia, a Nord della Contea di Puglia, che si svolge la nostra storia. Nell’inverno dell’Anno Domini 1187, esattamente la fine del mese di novembre, alle pendici dei monti Frentani, in un non precisato villaggio, avviene l’incontro tra i due protagonisti del nostro romanzo: un cavaliere di nobile stirpe chiede indicazioni sul suo itinerario ad un giovinetto (orfano di entrambi i genitori) di nome Adalberto che si offre di accompagnarlo. Il primo, dopo una breve riflessione, acconsente e getta le redini del suo pregiato cavallo al ragazzo che, assai contento, raccoglie sùbito le redini e inizia in tal modo il viaggio. I due, dopo aver pernottato in riva al fiume Trigno, rimangono privi di Caligine, il superbo destriero del cavaliere.

  • La missione del giovane cavaliere

    La missione del giovane cavaliere – IV capitolo

    di Marino Miccoli

    Breve riassunto dei capitoli precedenti
    La vicenda si svolge nel regno Normanno di Sicilia, in prossimità del confine Nord della Contea di Puglia. Corre l’anno del Signore 1187, è inverno, esattamente la fine del mese di novembre, quando ai piedi dei monti Frentani, in un villaggio di cui non si cita il nome, avviene l’incontro tra i due protagonisti del nostro romanzo: un cavaliere di nobile stirpe chiede indicazioni sul suo itinerario ad un giovinetto (orfano di entrambi i genitori) di nome ADALBERTO che si offre di accompagnarlo. Il primo, dopo una breve riflessione, acconsente e getta le redini del suo pregiato cavallo al ragazzo. Si tratta di un gesto simbolico: in quel momento il cavaliere ha nominato come suo scudiero il giovane. Questi, pur non essendo consapevole del significato di quel gesto, è però assai contento; infatti raccoglie sùbito le redini e inizia in tal modo il viaggio.

  • La missione del giovane cavaliere

    La missione del giovane cavaliere – III capitolo

    di Marino Miccoli
    Breve riassunto dei capitoli precedenti.
    Anno del Signore 1187; siamo nel regno Normanno di Sicilia, in prossimità del confine Nord della Contea di Puglia. E’ inverno, esattamente la fine del mese di novembre, quando in una non precisata località situata ai piedi dei monti Frentani avviene l’incontro tra i due protagonisti del nostro romanzo: un nobile “cavaliere” chiede indicazioni sul percorso ad un povero ragazzo (orfano di entrambi i genitori) di nome “Adalberto” il quale si offre di accompagnarlo. Il primo, dopo una breve riflessione, acconsente e getta le redini del suo pregiato cavallo al ragazzo. Si tratta di un gesto simbolico: in quel momento il cavaliere ha nominato come suo scudiero il giovane.

  • La missione del giovane cavaliere

    La Missione del giovane cavaliere – II Capitolo

    di Marino Miccoli

    Breve riassunto del I capitolo
    Anno Domini 1187, siamo nel Meridione d’Italia, Regno normanno di Sicilia. E’ inverno, esattamente la fine del mese di novembre, quando in una non precisata località situata ai piedi dei monti Frentani avviene l’incontro tra i due protagonisti del nostro romanzo: un nobile CAVALIERE chiede indicazioni sul percorso ad un povero RAGAZZO (orfano di entrambi i genitori) di nome ADALBERTO il quale si offre ad accompagnarlo. Il primo, dopo una breve riflessione, acconsente e getta le redini del suo pregiato cavallo al ragazzo. Questi, assai contento, le raccoglie nelle mani e inizia in tal modo il viaggio di questi due personaggi per una mèta e una missione che ancora sono sconosciute…