• La disfatta di Matapan,  Storia

    La disfatta di Matapan (1^ di 4 parti)

    a cura di Michele Striamo

    Genesi

    Il 13 e 14 febbraio 1941 nella città di Merano si riunirono gli alti comandi navali italiano e germanico. Era la prima volta che il fresco di nomina Riccardi si incontrava con il parigrado Erich Raeder. La Regia Marina si presentò al convegno con tutto il fardello delle delusioni di quei primi sei mesi di guerra: scarsa aggressività della squadra da battaglia, impiego quasi nullo dei sommergibili, soggezione all’iniziativa nemica e, non ultimo, lo schiaffo del bombardamento navale di Genova subito appena quattro giorni prima. Ben altro poteva vantare l’Amm. Reader: non solo l’uso aggressivo delle forze subacquee, ma la grande operazione di conquista della Norvegia dove era riuscita a beffare la Royal Navy.

    Facendo pressioni sulla differenza di risultati conseguiti dalle due marine, Reader sollecitò operazioni offensive di navi italiane sia in appoggio al trasferimento di quei mesi dell’Africa Korps in Libia, sia per contrastare i sempre più frequenti convogli inglesi diretti in Grecia in previsione del prossimo attacco tedesco alla penisola balcanica.