Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni

Enrico Martinotti

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra e Gianfranco Iannetta

Banca della memoria - www.lavocedelmarinaio.com(Varese, 8.2.1940 – 21.7.2014)

Il 21 luglio 2014 salpava per l’ultima missione l’ammiraglio Enrico Martinotti.
Da quando ho avuto l’onore di conoscere questo signore dei mari e d’altri tempi (1982) ho avuto, da subito, la certezza di trovarmi davanti ad un Ufficiale che amava la sua professione (ma sarebbe meglio chiamarla missione) in maniera totalizzante.
Scrivere o comunicare sentimenti diventa difficile e con l’ammiraglio Enrico Martinotti lo è ancora di più perché ho la sensazione che le parole siano vuote e che non possano esprimere appieno la nostra tristezza, mia e dei marinai di una volta, che abbiamo creduto nei valori di Patria e Onore.
Il vero senso delle parole Patria e Onore, senza retorica alcuna, è da trovare sull’obbedienza, sulla temperanza e lavoro, sempre in trincea, allineati e coperti come a suo tempo ci avevano insegnato i nostri predecessori marinai.
Forse questi pensieri possono sembrare semplici esternazioni, elucubrazioni, ma sono profondamente veri. Tu ammiraglio ci hai portato questo in dote e la Tua dipartita porta solo dolore nei nostri cuori.
Mentre scrivo queste breve commiato cerco le possibili citazioni e la scelta è vasta perché nulla, alla fine, avrebbe reso l’idea dell’uomo e Capo indiscusso che noi tutti abbiamo conosciuto.
Sostenevi l’importanza della marittimità fin da tempi non sospetti, il valore della storia e delle gesta di chi ci ha preceduto e ci ha insegnato a sostenerci l’un l’altro, a contare principalmente sulle nostre forze e a lottare per ciò in cui si crede e si ama: la Marina Militare!
Riposa in pace fra i flutti dell’altissimo Marinaio del varesotto.

Biografia
L’Ammiraglio di Squadra Enrico Martinotti nasce a Varese l’8 febbraio 1940.
Entrato all’Accademia Navale di Livorno nell’ottobre 1959.

Carriera
– Guardiamarina maggio 1963
– Sottotenente di Vascello maggio 1964
– Tenente di Vascello maggio 1967
– Capitano di Corvetta gennaio 1973
– Capitano di Fregata marzo 1976
– Capitano di Vascello dicembre 1983
– Contrammiraglio gennaio 1990
– Ammiraglio di Divisione dicembre 1993
– Ammiraglio di Squadra ottobre 1999

Onorificenze
– Commendatore Ordine Merito Repubblica Italiana
– Medaglia Mauriziana al merito di 10 lustri di carriera militare
– Medaglia d’argento  15 anni lunga navigazione Marina Militare
– Croce d’Oro con stelletta per anzianità di servizio 40 anni
– Croce Commendatore per Benemerenze acquisite con la partecipazione alle operazioni militari Missione Golfo Persico 2
– Medaglia NATO per servizio prestato nelle operazioni relative alla ex Jugoslavia

Corsi
– Normale 1959 – 1963
– Superiore 1967 – 1968
– 95^ sessione Scuola Comando 1972
– 3° Corso Normale di Stato Maggiore 1973 – 1974
– Corso NATO DEFENCE COLLEGE 1980

Incarichi
– Da maggio 1963 a febbraio 1964 – Sottordine al servizio telecomunicazioni in tempi successivi del Cacciatorpediniere Indomito e Corvetta Andromeda
– Da Settembre 1964 a agosto 1965 – Ufficiale di rotta in tempi successivi della Corvetta Gabbiano e Bombarda
– Da agosto 1965 a agosto 1967 – Cacciatorpediniere San Marco ed in seguito Aviere  Capo servizio telecomunicazioni
– Da agosto 1968 a ottobre 1969 – Comando 2 Divisione Navale – Aiutante di Bandiera
– Da ottobre 1969 a settembre 1971 – Centro addestramento Telecomunicazioni Taranto – Ufficiale in 2^
– Da ottobre 1971 a gennaio 1973 – Comandante in tempi successivi delle Motacannoniere Lampo e Saetta e di Nave Stella Polare
– Da gennaio 1973 a agosto 1977 – Stato Maggiore della Marina Reparto Telecomunicazioni  – Capo Sezione
– Da settembre 1977 a agosto 1978 – Corvetta Todaro – Comandante
– Da settembre 1978 a febbraio 1980 Comando in Capo della Squadra Navale Capo Servizio Telecomunicazioni
– Da luglio 1980 a aprile 1981 – Incrociatore Andrea Doria – Comandante in 2^
– Da aprile 1981 a settembre 1982 Fregata Orsa – Comandante
– Da settembre 1982 a ottobre 1986 – Comando in Capo della Squadra Navale – Prima Capo Sezione Programmazione ed in seguito Capo Ufficio Operazioni
– Da ottobre 1986 a ottobre 1987 – Incrociatore Caio Duilio – Comandante
– Da novembre 1987 a agosto 1990 – Stato Maggiore della Difesa  – Capo  Ufficio Operazioni
– Da settembre 1990 a agosto 1992 – Stato Maggiore Marina – Capo Reparto Piani e Operazioni
– Da gennaio 1991 a aprile 1991 – Comandante del Ventesimo Gruppo Navale
– Da settembre 1992 a settembre 1993 -Comandante della STANAVFORMED
– Da ottobre 1993 a agosto 1995 – Stato Maggiore della Difesa – Capo del 4 Reparto
– Da settembre 1995 a agosto 1999 – Italstaff Bruxelles – Chairman Senior Resource Board
Dal novembre 1999 collocato in ausiliaria.
E’ deceduto il 21 luglio 2014.

Un commento

  • Umberto Barzaghi

    Ho avuto l’Onore di conoscerlo nel 1981 quando era Comandante di Nave Orsa,una bella Persona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *