Curiosità,  Fotografi di mare,  Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni,  Storia

I primi pionieri aviatori

a cura Francesco Carriglio (*)
http://www.augusta-framacamo.net

….Marinai in volo.

Correndo il rischio di sembrare romantici, si potrebbe dire che il desiderio del volo nasce nell’uomo con l’uomo stesso ma, restando nel concreto, si può affermare che l’Aeronautica come mezzo bellico nasce e si sviluppa all’inizio di questo secolo.
Il primo servizio aeronautico militare fu quello del Regio Esercito. Il ministro della guerra con propria circolare costituì in data 6.11.1884 una Sezione Aeronautica. Al comando fu posto il Tenente del Genio Alessandro Pecori Giraldi, già collaboratore del noto pioniere dell’aria Padre Francesco Denza.
Il Regio Esercito aveva già intravisto le molteplici utilizzazioni militari del mezzo aereo e la creazione della Sezione Aeronautica fu la dimostrazione dell’interesse ai nuovi mezzi. I primi compiti della Sezione nel 1885, non appena divenne operativa, furono quelli di addestrare il personale ai mezzi (due palloni frenali) ed alle sperimentazioni meteorologiche e scientifiche richieste da Padre Denza.

L’ostacolo viene superato grazie all’iniziativa e alla spregiudicatezza del Capitano Moris e del Tenente Dal Fabbro, ambedue del Genio che l’11.6.1886, partirono in volo libero da Prati di Castello riuscendo a prendere terra senza problemi (SIC) alcuni chilometri fuori Roma. Nonostante Moris e Dal Fabro non possedessero alcuna nozione di pilotaggio diventavano per la storia i primi due piloti di pallone aerostatico, senza aver mai avuto un istruttore. Ormai di fatto, se non di diritto, anche il volo libero era entrato nell’ordine delle cose. Il primo aprile 1886 nasce ufficialmente il servizio aereo fotografico.
Il 28 giugno del 1886, ci fu una dimostrazione di volo frenato in cui ebbero il battesimo dell’aria, partecipando all’ascensione, il Ministro della Guerra Ricotti, della Marina Benedetto Brin e dei Lavori Pubblici Cenala, la quota raggiunta fu di 380 metri!
Nel 1887 la Sezione Aeronautica viene trasformata in Compagnia Specialisti del Genio. La prima attività di guerra è la partecipazione, invero molto marginale degli Aerostieri — così si chiamavano gli addetti alla nuova arma.
Nel 1893 viene costituita, in sostituzione della Compagnia Specialisti, la «Brigata Mista» che dal 1894 assume il nome di Brigata Specialisti del Genio.
Ormai finite le sperimentazioni, il Ministro della Guerra, definitivamente convinto dell’utilità del servizio aeronautico, dispone per la realizzazione di 3 parchi aerostatici da campagna. Fino a quel momento i voli sono di tipo “frenato” poiché non si prevedeva, anzi era abbastanza osteggiato, qualsiasi ipotesi di volo libero cosa che invece già aveva avuto pratica sperimentazione in altri paesi.

Nella foto del 1907 – La R.N. “Elba” alle manovre navali al largo di Augusta durante esperimento con pallone sfrenato Draken.

(*) digita sul motore di ricerca del blog il suo nome e cognome per conoscere gli altri suoi articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *