Attualità,  Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Un mare di amici

Franco Mariotti

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra e Gianfranco Iannetta (*)

(Firenze, 29.3.1931 – Roma, 5.4.2020)

DEDICA AD UN SIGNORE DEI MARI CHE SORRIDEVA SEMPRE ALLA VITA

Carissimo e stimatissimo Ammiraglio Mariotti,
nel suo passaggio terreno ci hai insegnato che la difficoltà non è vivere ma partecipare decorosamente, perché la vita non ha un significato suo, siamo noi che glielo attribuiamo. Cercare le stelle, le stellette, sopra mari di inafferrabile essenzialità, non significa rincorrere silenzi che non fanno rumore, ma dipingere pensieri di tutto ciò che vogliamo per danzare sopra di esse.
Per quanto grandi possano essere le stelle, le stellette, e per quanto insignificanti possiamo essere noi a loro confronto, se non ci fosse qualcuno ad ammirarle, la loro esistenza non avrebbe senso. Il cuore sta sempre dalla stessa parte, lo si comprende meglio quando si cresce, e anche se i nostri occhi sono abituati ad osservare la luce fioca delle candele, condannati a vivere in mille posti diversi, senza domiciliare in  nessun luogo, le stelle del firmamento ci aiutano ad orientarci in quest’affollatissima galassia di passaggio della nostra labile esistenza. L’Amicizia, quella vera, è un sentimento nobile perché immune da calcoli di convenienza economica o di altro tipo.

È trasversale all’età, perché vive e cresce nel tempo.
È uno dei pilastri del mondo anche se, a volte, sembra fragile e indifesa, anche se c’è una cosa che vorrei dire sull’amicizia: non c’è amore se non c’è amicizia”.
Lei adesso Ammiraglio, ascolti il palpito del cuore misericordioso di Dio, si goda la Luce del suo volto, riposi in pace fra i Suoi flutti e vegli da lassù su di noi come ha paternamente vegliato sui suoi ragazzi in questa vita terrena. Amen.

Curriculum vitae
L’ammiraglio di Squadra, in congedo assoluto, Franco Mariotti, Nasce a Firenze il 29 marzo 1931. Coniugato con la sig.ra Diana Cippico, 2 figlie Susanna ed Elisabetta

Carriera militare
Entrato in accademia navale il 20 ottobre 1950
Guardiamarina 1 luglio 1954
Sottotenente di Vascello 1 luglio 1955
Tenente di Vascello 1 gennaio 1959
Capitano di Corvetta 1 gennaio 1965
Capitano di Fregata 31 dicembre 1969
Capitano di Vascello 31 dicembre 1976
Contrammiraglio 31 dicembre 1981
Ammiraglio di Divisione 6 febbraio 1985
Ammiraglio di Squadra 12 agosto 1988

Onorificenze
Grand Ufficiale Ordine Merito Repubblica Italiana
Medaglia Mauriziana al merito di 10 lustri di carriera militare
Medaglia di bronzo di Benemerenza Marinara
Medaglia d Oro 20 anni lunga navigazione aerea
Medaglia d Argento 15 anni lunga navigazione Marina Militare
Croce d Oro con stelletta per anzianità di servizio 40 anni

Corsi Frequentati
Corso Normale 1950 – 1954
Corso di Pilotaggio aereo in USA 1956 – 1957
Corso Superiore 1958 – 1959
47 sessione IGM 1971
Naval Command College USA 1974 – 1975

Incarichi principali
Da agosto 1954 a novembre 1954 – Sottordine Ufficiale di Rotta sulla Corvetta “Gabbiano” e successivamente sulla Corvetta “Urania”.
Da luglio 1955 a giugno 1956 – Cacciatorpediniere “S. Giorgio” – Sottordine Direzione di Tiro Mitragliere.
Da maggio 1959 a luglio 1961 – 86° Gruppo Antisom, Capodichino – Pilota ed in tempi successivi Pilota Combat Ready e Capo Centrale Operativa.
Da agosto 1961 a luglio 1962 – Comando 1^ Divisione Navale – Addetto alla Cooperazione Aeronavale.
Da agosto 1962 a febbraio 1963 – 87° Gruppo Antisom, Catania – Pilota ed in tempi successivi Ufficiale ai Corsi e Capo Sezione Addestramento Elementare.
Da marzo 1963 a agosto 1964 – Comandante del Dragamine “Pioppo” e successivamente dei Dragamine “Olmo”, “Platano”, “Loto”, “Agave”, “Palma” e “Mogano” e della Corvetta “Gabbiano”.
Da marzo 1965 a febbraio 1969 – Centro Addestramento Antisom – Addetto alla Sezione Aerea ed in tempi successivi Capo Ufficio Addestramento Equipaggi di Volo e Capo Ufficio Sezione Aerea.
Da febbraio 1969 a settembre 1972 – Stato Maggiore della Marina – Ufficio Isp. Aviazione Marina – Capo 1^ Sezione Impiego.
Da ottobre 1972 a luglio 1973 – Incrociatore “A. Doria” – Comandante in 2^ e Ufficiale alla Sicurezza.
Da luglio 1973 a agosto 1974 – Fregata “Carabiniere” – Comandante.
Da agosto 1975 a settembre 1978 – Stato Maggiore della Marina – Ufficio Isp. Aviazione Marina – Capo 2^ Sezione Impiego del Personale ed in tempi successivi Capo del 1° Ufficio e Rappresentante della M.M.I. in seno al Comitato Direttivo del Consorzio Nato Breguet “Atlantic”.
Da ottobre 1978 a ottobre 1979 – Incrociatore “V. Veneto” – Comandante.
Da novembre 1979 a novembre 1982 – Cincnav/Comedcent – Sottocapo di Stato Maggiore.
Da gennaio 1983 a agosto 1985 – Marinaccad Livorno e Comar Livorno – Comandante.
Da settembre 1985 a settembre 1986 – Comdinav Uno – Comandante.
Da gennaio 1987 a settembre 1988 – Cincnav/Comedcent – Capo di Stato Maggiore e Ufficiale alla Sicurezza.
Da ottobre 1988 a luglio 1991 – Maridipart Ancona – Comandante in Capo.
Da luglio 1991 a luglio 1998 – Maridipart La Spezia – Quale Ufficiale in congedo.
Da luglio 1998 a luglio 2003 – Maridipart La Spezia – Quale Ufficiale nella Riserva
Dal 03 luglio 2003 – Maridipart la spezia – Quale Ufficiale in congedo assoluto.

(*) per conoscere gli altri suoi articoli digita sul motore di ricerca del blog il suo nome e cognome.

3 commenti

  • Roberto

    Carissimo sono alla ricerca di notizie dell’allora Comandante in seconda Cap.di Fregata Alberto Marchetti (anno 67/68 data del mio imbarco) sulla Fregata Carlo Margottini F595 grazie saluti. Sgt.SI.(in congedo per fineferma )Bianchi Roberto Matr.66VO300t

  • Susanna Mariotti

    Gentile Ezio Vinciguerra,
    grazie delle belle e sentite parole per mio padre. Il mio messaggio è scarno, ma sincero e mi auguro che le arrivi l’intenzione. In questi giorni sono molto essenziale, confido che comprenda.
    Grazie ancora.

    Susanna Mariotti

  • Nunzio Schioppo

    Il Comandante Mariotti, squisitissima persona lo ricordo che subentrò al Comandante Papili sul Carabiniere e ancor prima c’èra il Comandante Pasqualini. Ricordo io di guardia in Bacino a La Spezia, dove fu sostituita la poppa del Carabiniere e Pasqualini passando su la passerella del Bacino mi salutò dicendo Buona Guardia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *