Attualità,  Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni,  Sociale e Solidarietà,  Storia

29.11.2019, a Merate presentazione del documentario storico d’inchiesta “Hedia quella sporca faccenda”

a cura A.N.M.I. Brivio

Evento proiezione del film scoop “HEDIA quella sporca faccenda” venerdì 29 novembre 2019 auditorium Merate ore 20:45.
La sparizione della motonave HEDIA s’intreccia indissolubilmente con l’attentato di Enrico Mattei, presidente dell’ENI, l’impotenza del potere giudiziario negli omicidi politici eseguiti dalla Main Rouge braccio armato dei servizi segreti francesi (SDECE).
Il più incredibile giallo marinaro del XX secolo, il 14 marzo 1962 una nave mercantile battente bandiera liberiana, con equipaggio italiano, trasmette l’ultimo suo contatto radio prima di svanire per sempre nelle acque del Mediterraneo. Il suo equipaggio era composto da 20 marinai, 19 dei quali erano italiani. Di nessuno di loro si avranno mai più notizie, la vicenda viene archiviata come disgrazia del mare affondamento dovuto alle cattive condizioni del mare.
Una torbida vicenda che ebbe luogo nel periodo della cosiddetta guerra fredda e altresì durante l’occupazione francese in Algeria. Dopo oltre mezzo secolo trascorso da quei tragici fatti, si individuano oggi quelli che furono gli intrecci, le responsabilità, le complicità e lo scandaloso e criminale silenzio di due Stati, la Francia e l’Italia!…
Il primo grande caso di mistero italiano, la scomparsa della motonave HEDIA un ultimo segnale d’avvertimento a Mattei di finirla, perché dopo pochi mesi lui deve firmare un accordo dirompente per le sorelle petrolifere americane, inglesi e francesi, quindi la nave viene individuata dai francesi come propaggine italiana nella quale bisogna farla fuori, viene fatto fuori anche Enrico Mattei pochi giorni prima di andare a firmare un importante accordo petrolifero con Ben Bella il primo presidente della nuova Repubblica Algerina, incontro che era previsto con tanto di cerimonia ufficiale il 6 novembre 1962.
Diciannove marittimi italiani morti sull’altare degli interessi economici delle multinazionale del petrolio insieme all’italiano più importante di tutti i tempi Enrico Mattei autore del miracolo economico degli anni sessanta il quale nella sua politica industriale aveva come obbiettivo di rendere l’Italia autonoma dal punto di vista energetico, un uomo che faceva gli interessi del suo paese!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *