Attualità,  Curiosità,  Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni,  Storia

Servizi igienici per l’equipaggio

di Antonio Cimmino e Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

OMAGGIO AI SERPANTI

Vita a bordo dei velieri
La zona delle latrine dell’equipaggio, situata a propria sotto il bompresso ed in corrispondenza del tagliamare, era chiamata “serpe” perché assomigliava al sedile del cocchiere delle carrozze.
L’igiene era assicurata dall’acqua di mare attinta con una speciale pompa chiamata “tromba”.
La zona era controllata da un marinaio-gabbiere e, in alcune navi, addirittura da un sottufficiale “capo della serpe”.
Quando c’era mare, nei locali sottocoperta, venivano usati dei recipienti a forma di imbuto con un tubo che fuoriusciva a murata.
Ancora oggi nella Marina Militare si chiama “serpante” l’addetto ai servizi igienici.


Lancio bombe di profondità

Servizi igienici galleggianti

Saranno grandi i Papi, saran potenti i Re, ma quando qui si siedono son tutti come me.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *