Marinai,  Marinai di una volta,  Navi,  Recensioni,  Storia

Regio sommergibile Cobalto

a cura Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

… l’articolo è dedicato a Bruno Migheli.

Il regio sommergibile Cobalto, classe Platino, fu costruito presso i cantieri O.T.O. di La Spezia.
Impostato il 26 novembre 1940, fu varato il 20 agosto 1941 e consegnato il 30 ottobre successivo, fu dislocato ad Augusta (SR).

Al Comando del Tenente di vascello  Raffaele Amicarelli, alle 11.30 del giorno 12 agosto 1942, fu colpito da bombe di profondità fu costretto a riemergere e venne speronato dal cacciatorpediniere britannico HMS Ithuriel che lo  affondò.
Nello scontro persero la vita il Sottotenente di vascello Giovanni Gardella e il marinaio Mario Volpe.
Tutti i sopravvissuti del Cobalto, 4 ufficiali (Amicarelli, Melosci, Giorguli e Romito) e 38 tra sottufficiali e marinai, vennero recuperati dall’Ithuriel.
Fu radiato definitivamente il 18 ottobre 1946.

Caratteristiche Tecniche
Cantiere: O.T.O. La Spezia
Impostato: 26.11.1940
Varato: 20.8.1941
Consegnato: 30.10.1941
Affondato: 12.08.1942
Radiato: 8.10.1946
Dislocamento: Sup. 712 t. – Imm. 865 t.
Dimensioni: lungh. 60,18 m.- largh. Max 6,475 m.
Motori: 2 motori diesel Tosi; 2 motori elettrici Ansaldo; 1 batteria di accumulatori al piombo composta da 104 elementi.
Potenza complessiva: motori a scoppio 1500 hp. – motori elettrici 800 hp.
Velocità max: in superficie: 14 knt. – in immersione: 7,5 knt
Autonomia in superficie: 2300 nm. a 14 knt. – 5000 nm. a 8,5 knt.
Autonomia in immersione: 7 nm. a 7 knt. – 80 nm a 3 knt.
Armamento: 4 tubi lanciasiluri AV da 533 mm.; 4 tubi lanciasiluri AD da 533 mm.; 8 siluri da 533 mm.; 1 cannone da 100/47 mm.; 2 mitragliere binate da 13, 2 mm.; 149 proiettili per il cannone
Equipaggio: 4 ufficiali, 40 tra sottufficiali e marinai.


Fonti:”Sommergibili italiani” di A. Turrini e O. Miozzi – U.S.M.M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *